Curtiss A-18 Shrike – Wikipedia


Aerei d’attacco americani

IL Curtiss A-18 Modello 76A Shrike II erano gli anni ’30 stati Uniti bimotore aerei da attacco al suolo. Era la versione di prova di produzione di quella società A-14 Averla.

Design e sviluppo(modificare)

Negli anni precedenti a seconda guerra mondialeIL Corpo aereo dell’esercito degli Stati Uniti erano interessati ad aerei d’attacco in grado di trasportare carichi di bombe maggiori con maggiore potenza di fuoco. Lo standard di progettazione degli aerei d’attacco divenne essenzialmente un bombardiere leggero con potenza di fuoco solo leggermente inferiore al bombardieri medi in fase di sviluppo come standard 0,30 pollici (7,62 mm) mitragliatrice generalmente è stato sostituito da 0,50 pollici (12,7 mm) sui nuovi velivoli in fase di sviluppo.(3)

Il Curtiss YA-14 prototipo emerso nel 1935 fu uno dei primi aerei d’attacco a missione singola. Anche se sembrava deciso con la sua snellezza fusolieramuso sottile e linea aerodinamica slanciata, l’A-14 era ostacolato dalla mancanza di potenza, nonostante i suoi due 775 cv (578 kW) Vortice di Wright motori radiali. Tuttavia, il prototipo era in grado di raggiungere una velocità massima di 409 km/h, superando la prima linea Cerbottana Boeing P-26 combattente di 20 mph (32 km/h).(3) Rimotorizzato con motori Curtiss R-1670-5 da 735 CV (548 kW), fu consegnato all’esercito con il numero di serie 36-146.(4)

Storia operativa(modificare)

UN Y1A-18

Una variante recentemente migliorata, la Y1A-18aveva aggiornato 850 CV (630 kW) Wright R-1820-47 motori radiali a tre pale eliche in sostituzione dei modelli originali a due pale. Furono prodotti tredici aerei, numeri di serie 37-52 Attraverso 37-64,(4) ad un costo contrattuale di $ 1.259.235,00,(5) con il primo esemplare prodotto (Y1A-18) primo volo avvenuto il 3 luglio 1935; e nonostante il successo dei test, non fu ordinata un’ulteriore produzione a causa della mancanza di fondi e della disponibilità di velivoli più avanzati (come il Douglas A-20 Havoc) in fase di progettazione.

Dopo il completamento dei test di servizio, gli Y1A-18 sono stati ridesignati A-18. Sono stati assegnati al 8° Squadrone d’Attacco, 3° Gruppo d’Attacco A Campo Barksdale, Louisiana nel 1937.(6) Lo squadrone vinse l’ambito Trofeo Harmon per la precisione di artiglieria e bombardamento nel primo anno di servizio.(7)(8) Durante il suo servizio con l’8th Attack Squadron, il carrello di atterraggio retrattile dell’A-18 aveva una debolezza intrinseca, con non meno di otto dei 13 A-18 che soffrivano di un collasso del carrello di atterraggio durante l’atterraggio o il roll-out.(7) L’ultimo degli A-18 con l’8° furono sostituiti dai primi modelli A-20 Havocs nel 1941.(6)

L’A-18 venne utilizzato solo per un breve periodo prima di essere sostituito da aerei d’attacco più avanzati. Dopo il suo servizio con l’8° AS, l’aereo fu assegnato a diversi squadroni di bombardamento leggero durante il 1940-42, probabilmente utilizzato come aereo di supporto. L’ultimo A-18 Shrike II fu ritirato dagli squadroni di prima linea nel 1942; nessuno degli aerei fu mai utilizzato in combattimento.(6)(9)

Infine, quattro degli A-18 (37-52, 37-56, 37-61 e un altro non identificato) furono assegnati al Aviazione caraibica alla fine di novembre 1941 e avevano sede inizialmente a Campo di Albrook. Tre degli aerei furono inizialmente assegnati al quartier generale e allo squadrone del quartier generale, 12a ala di inseguimentomentre il quarto velivolo fu assegnato all’HHS Bomber Command (successivamente VI Comando Bombardieri) ad Albrook. L’aereo rimase con queste unità fino al febbraio 1942.(10)

Nel dicembre 1942, due o tre aerei erano ancora idonei al volo. Uno veniva impiegato come rimorchiatore da traino, gli altri due venivano utilizzati come aerei da ricognizione dall’ 108° Squadrone da ricognizione (Speciale) da Howard Campopattugliando gli approcci al Canale di Panama. L’A-18 37-61 fu danneggiato in un incidente di atterraggio al campo di Albrook il 22 febbraio 1943,(11) e la cannibalizzazione ha mantenuto in volo almeno un aereo finché non è stato messo a terra a causa della mancanza di pezzi di ricambio. Il numero di serie 37-56 è stato trasferito all’addestramento didattico sulla cellula presso Howard. Alla fine del 1943 furono tutti demoliti nella zona del canale.(10)

Operatori(modificare)

stati Uniti

Specifiche (Y1A-18)(modificare)

Dati da Aereo Curtiss 1907-1947,(12) L’enciclopedia completa degli aerei mondiali(9)

Caratteristiche generali

  • Equipaggio: 2
  • Lunghezza: 41 piedi 0 pollici (12,50 m)
  • Altezza: 11 piedi e 6 pollici (3,51 m)
  • Superficie alare: 530 piedi quadrati (49 m2)
  • Peso vuoto: 9.580 libbre (4.345 kg)
  • Peso lordo: 12.849 libbre (5.828 kg)
  • Centrale elettrica:Wright R-1820-47 Ciclone Motori a pistoni radiali a 9 cilindri raffreddati ad aria, da 850 CV (630 kW) ciascuno
  • Eliche: Eliche a passo variabile a 3 pale e due posizioni

Prestazione

  • Velocità massima: 247 mph (398 km / h, 215 kn) a 2.500 piedi (760 m)
  • Velocità di crociera: 217 mph (349 chilometri all’ora, 189 nodi)
  • Allineare: 651 miglia (1.048 km, 566 miglia nautiche)
  • Soffitto di servizio: 25.000 piedi (7.600 m)

Armamento

  • 4 × fuoco in avanti 0,30 pollici (7,62 mm) Mitragliatrici Browning M1919
  • 1 mitragliatrice da 7,62 mm (0,30 pollici) con fuoco a poppa
  • Bombe da 400 libbre (181 kg) in due alloggiamenti alari
  • Bombe da 200 libbre (91 kg) o serbatoi di fumo chimico sotto l’ala

Guarda anche(modificare)

Sviluppo correlato

Velivolo di ruolo, configurazione ed epoca comparabili

Elenchi correlati

Riferimenti(modificare)

Appunti(modificare)

  1. ^ Fahey 1946, pag. 21.
  2. ^ UN B McCullough, Anson. “Grind ‘Em Out Ground Attack: la ricerca dell’inafferrabile cacciabombardiere.” Ali, vol. 25, n. 4, agosto 1995.
  3. ^ UN B Swanborough e Bowers 1964, p. 231.
  4. ^ A cura di, “Nuovi aerei per l’aeronautica militare”, Lettera giornalistica dell’Aeronautica MilitareDivisione Informazioni, Air Corps, Munitions Building, Washington, DC, 1 agosto 1936, volume XIX, numero 15, pagina 23.
  5. ^ UN B C D Maurer, Maurer.“Squadroni da combattimento dell’aeronautica militare: seconda guerra mondiale.” Archiviato 25 marzo 2009, presso Macchina del ritorno Ufficio di storia dell’aeronautica militare, Base aeronautica di MaxwellAlabama, 1982.
  6. ^ UN B Boyne, colonnello Walter J., USAF (in pensione). “Uccello raro: il Curtiss A-18.” Archiviato 2012-07-31 al Macchina del ritorno I scontrosi legami della Terra: sito web del colonnello Walter J. Boyne, USAF (in pensione), 26 ottobre 2011. Estratto: 23 ottobre 2012.
  7. ^ Fitzsimons 1967/1969, pag. 2324.
  8. ^ UN B Eden e Moeng 2002, p. 517.
  9. ^ UN B Hagedorn, Dan. Alae Supra a Canalem: Wings Over The Canal, 6a Air Force e Comando aereo delle Antille. Paducah, Kentucky: Turner Publishing Co., 1995. ISBN 1-56311-153-5.
  10. ^ “A-18 Shrike.” Ricerca seriale dell’USAF. Estratto: 23 ottobre 2012.
  11. ^ Bowers, Peter M. (1979). Aereo Curtiss, 1907-1947. Londra: Putnam. pagine 365–368. ISBN 0370100298.

Bibliografia(modificare)

  • Eden, Paul e Soph Moeng, eds. L’enciclopedia completa degli aerei mondiali. Londra: Amber Books Ltd., 2002, ISBN 0-7607-3432-1.
  • Fahey, James C. Aerei dell’esercito americano 1908-1946. New York: navi e aerei, 1946.
  • Fitzsimons, Bernard, ed. “Vol.21.” L’enciclopedia illustrata delle armi e della guerra del XX secolo. Londra: Purnell & Sons Ltd., 1967/1969. ISBN 0-8393-6175-0.
  • Swanborough, FG e Peter M. Bowers. Aerei militari degli Stati Uniti dal 1909. New York: Putnam, 1964. ISBN 0-85177-816-X.
  • Wagner, Ray (1982). Aerei da combattimento americani (3d, ed. inglese). Garden City, New York: doppio giorno. ISBN 0-385-13120-8.
  • Andrade, John M. . Designazioni e numeri di serie degli aerei militari statunitensi dal 1909. Leicester: pubblicazioni delle contee delle Midland, prima edizione 1979. ISBN 0904597229.

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto