Correnti letterarie italiane

Correnti letterarie italiane: tutto sull’argomento

Cannibali (letteratura)

Con il termine Cannibali alcuni critici definiscono “un fenomeno letterario vasto e diffuso” sviluppatosi in Italia verso la metà degli anni novanta.

Crepuscolarismo

Il crepuscolarismo è una corrente letteraria sviluppatasi in Italia all’inizio del XX secolo.

Ermetismo (letteratura)

Con il termine ermetismo si intende non un vero e proprio movimento letterario del Novecento, ma un atteggiamento assunto da un gruppo di poeti.

Poetica del frammento

Il Frammentismo, o Poetica del frammento, è una tendenza letteraria sviluppatasi in Italia nei primi anni del Novecento.

Generazione degli anni trenta

 

Rientra sotto il nome di generazione degli anni Trenta un nutrito numero di autori italiani i quali, come suggerito dal nome stesso, hanno avuto i natali nel quarto decennio del XX secolo.

Gruppo 63

Il Gruppo 63, definito di neoavanguardia per differenziarlo dalle avanguardie storiche del Novecento, è un movimento letterario che si costituì a Palermo nell’ottobre del 1963 in seguito a un convegno tenutosi a Solanto da alcuni giovani intellettuali fortemente critici nei confronti delle opere letterarie ancora legate a modelli tradizionali tipici degli anni cinquanta. Fu Luigi Nono a suggerire il modello del Gruppo 47, movimento culturale nato a Monaco di Baviera appunto nel 1947. La costituzione del gruppo fu anticipata dalla pubblicazione della raccolta di poesie I Novissimi, curata da Alfredo Giuliani.

Gruppo 93

Il Gruppo 93 è un movimento letterario che si costituì a Milano il 19 settembre 1989, durante un incontro alla libreria Buchmesse di Michelangelo Coviello, nei giorni in cui si svolgeva l’edizione di Milano-Poesia curata da Nanni Balestrini.

Industria e letteratura

Tra industria e letteratura italiana nacque un nuovo rapporto tra gli anni cinquanta e sessanta del Novecento, durante il cosiddetto boom economico italiano. La nuova rivoluzione industriale, con tutte le problematiche che essa implicava in termini di vita sociale e personale, non poteva che influire anche sulla vita culturale e sulla produzione letteraria. Ne derivò una crisi che, da un lato colpiva il ruolo sociale dell’intellettuale, dall’altro veniva a intrecciarsi con la situazione del sud, arretrata e ricca di delicati risvolti umani. Risultavano così alterati e complicati, tra l’altro, anche i termini della secolare questione meridionale. Fiorì dunque in quegli anni un filone letterario chiaramente riconducibile alla complessa realtà industriale italiana.

Ingarrichiana

L’ingarrichiana è una tipologia di composizione poetica introdotta nella prima metà dell’Ottocento da Ferdinando Ingarrica, giudice della Napoli borbonica e poeta per diletto, che la rese celebre nel 1834, quando diede alle stampe un opuscolo, in cui, ispirandosi, almeno secondo le sue intenzioni, al De Rerum Natura di Lucrezio, raccolse cento poesie didascaliche su disparati argomenti e soggetti, tra cui scienze e belle arti, ma anche vizi e virtù dell’umanità.

Intimismo

 

Con il termine intimismo si indica, nella critica letteraria e artistica, un atteggiamento e una tendenza propri di chi cerca di esprimere i moti dell’animo umano, i sentimenti e le emozioni in tutte le loro delicate e sottili sfumature attraverso la rappresentazione di ambienti e oggetti quotidiani e la descrizione di situazioni personali.

Linea Lombarda

Linea Lombarda è l’espressione con cui si definisce una corrente letteraria eterogenea sviluppatasi in Lombardia e in particolare nel Milanese dalla fine del XIX secolo e fiorita durante i primi tre quarti del XX secolo.

Neoavanguardia

La neoavanguardia fu un movimento letterario italiano del Novecento che si caratterizzò per la forte tensione nella sperimentazione formale.

Neorealismo (letteratura)

Il Neorealismo è una corrente letteraria, i cui antecedenti possono rintracciarsi intorno al 1930, che esprime, valendosi di una drammatica rappresentazione analitica dell’esistenza umana, l’insofferenza per la vacuità delle convenzioni borghesi e la noia per una vita priva di senso.

New Italian Epic

New Italian Epic è una denominazione proposta dallo scrittore Wu Ming 1 per definire un variopinto insieme di opere letterarie scritte in Italia da diversi autori – tra cui lo stesso collettivo Wu Ming – nel periodo che va dal 1993 al 2008. Tale “gruppo” si caratterizza essenzialmente di autori di romanzi – in prevalenza, anche se non esclusivamente, romanzi storici – e altri testi letterari, che avrebbero in comune diverse caratteristiche stilistiche, costanti tematiche e un’impostazione allegorica di fondo. Si tratterebbe di un particolare tipo di narrativa metastorica con tratti peculiari, derivanti dal contesto italiano di questi anni di fine e inizio secolo e millennio.

Nuova letteratura sarda

 

Nuova letteratura sarda (NLS) è una definizione dell’insieme dell’attività letteraria nella Sardegna dei decenni a cavallo del 2000.

Petrarchismo

 

Il petrarchismo indica il fenomeno internazionale d’imitazione della poetica di Francesco Petrarca che interessò il basso Medioevo e la prima parte dell’età moderna.

Poesia anacreontica

La poesia anacreontica è una corrente poetico-letteraria che prende il suo nome dal lirico greco Anacreonte, poiché richiamava i temi giocosi che egli spesso trattava nelle sue opere, quali l’amore, l’amicizia, la natura, il divertimento, il vino, la socialità. Si sviluppa durante il periodo Rococò, con una tale intensità che, addirittura, la poesia di questo secolo XVIII è spesso interamente identificata con il movimento artistico stesso. La nascita di questa corrente si può rintracciare nella nuova concezione della vita adottata dai contemporanei: si faceva strada il pensiero della brevità della vita, e si tendeva a cogliere il momento, a vivere la propria esistenza in modo esaustivo, senza rinunce o sacrifici, poiché la vita stessa era un momento irripetibile.

Poesia burlesca

La poesia burlesca è un genere poetico caratterizzato dall’uso di ironia, parodia e comico.

Poesia comica

Nell’accezione scolastico-antologica della Storia della letteratura italiana delle origini, la poesia comico-realistica è individuata come quel genere che tratta alcune tematiche importanti, come la vita e l’amore, ma viste in una chiave meno spirituale, in contrapposizione, ad esempio, alla visione del Dolce stil novo.

Poesia pura

Poesia pura designa una estetica letteraria riferita alla poetica che, come reazione al romanticismo decadente, convertì in topoi le essenze genuine del Romanticismo.

Positivismo letterario

Il positivismo letterario è la corrente letteraria che si affianca al movimento filosofico e sociologico del positivismo, conseguenza del momento storico che si sta vivendo e principalmente dello sviluppo capitalistico e più in generale dell’industrializzazione e la cui nascita ufficiale si deve al filosofo francese Auguste Comte.

Purismo (letteratura)

In generale, col termine Purismo si è soliti indicare un atteggiamento di conservazione della lingua fondato sul rifiuto ad accogliere neologismi e parole provenienti da lingue straniere; in letteratura il purismo è caratterizzato anche dalla tendenza ad assumere come modello un secolo, o uno scrittore, definito “aureo”. Per Purismo, in particolare, si indica quel movimento che si sviluppò in Italia nella prima metà del XIX secolo proponendo il ritorno all’uso della lingua italiana dell’aureo Trecento.

Rondismo

Il rondismo è stato un movimento letterario italiano del primo Novecento. Si sviluppò a Roma attorno ai redattori della rivista letteraria La Ronda, fondata nel 1919 da un gruppo di letterati che osteggiavano l’avanguardia riproponendosi il ritorno ad uno stile classico, di cui consideravano incarnazione componimenti quali le Operette morali di Leopardi.

Scapigliatura

La scapigliatura fu un gruppo artistico e letterario sviluppatosi nell’Italia settentrionale a partire dagli anni sessanta dell’Ottocento; ebbe il suo epicentro a Milano e si andò poi affermando in tutta la penisola. Il termine fu proposto per la prima volta da Cletto Arrighi nel suo romanzo La scapigliatura e il 6 febbraio, pubblicato nel 1862, ed è la libera traduzione del termine francese bohème, che si riferiva alla vita disordinata e anticonformista degli artisti parigini descritta nel romanzo di Henri Murger, Scènes de la vie de Bohème (1847-1849). Contro il romanticismo italiano maggioritario, recuperarono le suggestioni del romanticismo straniero e diffusero il gusto del naturalismo francese nascente e del maledettismo alla Baudelaire, anticipando verismo e decadentismo.

Scuola toscana

La scuola toscana, nacque in Toscana attorno al 1200 in seguito all’esaurimento dell’esperienza dei poeti della Scuola siciliana.

Sperimentalismo

Lo sperimentalismo è una corrente letteraria italiana, portata avanti soprattutto dagli scrittori aderenti al cosiddetto Gruppo 63. Il suo intento era di innovare la letteratura, mediante la scoperta di nuovi territori di ricerca, nei quali sperimentare le intuizioni dell’avanguardia.

Stracittà

Stracittà era un movimento letterario italiano del Novecento che propugnava la sprovincializzazione della cultura italiana e sosteneva il rapporto tra fascismo e mondo moderno. Si opponeva al movimento Strapaese.

Strapaese

Strapaese è stato un movimento letterario e culturale sviluppatosi in Italia intorno al 1926, caratterizzato dallo spirito patriottico e dalla difesa e valorizzazione del territorio nazionale. Insieme all’antitetico movimento Stracittà costituisce una delle due linee di sviluppo principali della letteratura fascista. Obiettivo di Strapaese era la restaurazione di un’Italia rurale, tradizionale, paesana, cattolica e patriottica, restaurazione che sarebbe dovuta avvenire, secondo gli strapaesani, mediante il fascismo.

La Tempra

La Tempra è stata una rivista fondata a Pistoia nel 1914 da Renato Fondi insieme a Giovanni Costetti.


Tratto da Wikipedia:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: