Contra vim mortis non crescit herba in hortis: cos’è

“Contra vim mortis non crescit herba in hortis” ( latino medievale :  in alternativa “ contra vim mortis non crescit salvia in hortis “) è una massima latina che si traduce letteralmente come “nessuna erba cresce nei giardini contro il potere della morte” o, in alternativa , “Nessun saggio cresce nei giardini contro il potere della morte”. Un significato più ampio della frase è: “niente può annullare l’abbraccio della morte”. La seconda dicitura, che usa salvia al posto di herba , è un gioco di parole con il nome di ” salvia ” (salvia), che in latino significa letteralmente “guaritore”, ovvero “portatore di salute”.

Il detto è apparso nella letteratura medievale . Come molti adagi e detti dal latino, questo verso è scritto in esametro , il verso ritmico tipico della poesia epica sia nella letteratura greca che in quella latina .

Secondo Jan Wielewicki nel suo Journal of Affairs of the Religious House OO. Gesuiti a S. Barbara w Krakowie , la frase fu pronunciata da Sigismondo III Vasa sul letto di morte. In Das Buch der Zitate di Gerhard Hellwig , la frase appare in Flos medicinae .


https://en.wikipedia.org/wiki/Contra_vim_mortis_non_crescit_herba_in_hortis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *