Confusione: cos’è, qualità o lo stato di confusione

In medicina , la confusione è la qualità o lo stato di confusione o confusione. Il termine “confusione mentale acuta” è spesso usato in modo intercambiabile con delirio nella Classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi di salute correlati e nelle pubblicazioni Medical Subject Headings per descrivere la patologia . Questi si trovano alla perdita di orientamento , ovvero la capacità di collocarsi correttamente nel mondo per tempo, luogo e identità personale. La confusione mentale è talvolta accompagnata da disturbi della coscienza(la perdita del pensiero lineare) e della memoria perdita (l’incapacità di ricordare correttamente eventi precedenti o apprendere nuovo materiale).

Bambino confuso.jpg

Un bambino confuso dalla telecamera

Etimologia

La parola confusione deriva dalla parola latina,confundo , che significa “confondere, mescolare, mescolare, versare insieme, disordinare, imbrogliare”.

Causa

La confusione può derivare da effetti collaterali del farmaco o da una disfunzione cerebrale relativamente improvvisa. La confusione acuta è spesso chiamata delirio (o “stato confusionale acuto”), sebbene il delirio includa spesso una gamma di disturbo molto più ampia rispetto alla semplice confusione. Questi disturbi includono l’incapacità di focalizzare l’attenzione; varie menomazioni della consapevolezza e disorientamento temporale o spaziale. La confusione mentale può derivare anche da patologie cerebrali organiche croniche, come la demenza .

Altro

  • Reazione acuta allo stress
  • Alcolismo
  • Anemia
  • Tossicità anticolinergica
  • Ansia
  • Danno cerebrale
  • Tumore cerebrale
  • Concussione
  • Disidratazione
  • Encefalopatia
  • Attacco epilettico
  • Depressione
  • Fatica
  • Febbre
  • Danno cerebrale
  • Colpo di calore
  • Ipoglicemia
  • Ipotermia
  • Ipotiroidismo
  • Disritmia
  • Insufficienza renale
  • Infezione renale ( pielonefrite )
  • Acidosi lattica
  • Febbre di Lassa
  • Demenza a corpi di Lewy
  • Listeria
  • malattia di Lyme
  • Meningite
  • Depressione postpartum e psicosi postpartum
  • Disturbo psicotico
  • sindrome di Reye
  • Febbre delle Montagne Rocciose (RMSF)
  • Schizofrenia
  • Sindrome da edificio malato
  • Apnea notturna
  • Ictus
  • Febbre gialla
  • malattie sessualmente trasmissibili e malattie sessualmente trasmissibili
  • Infezioni streptococciche
  • Tossicità
  • Sindrome da shock tossico
  • Attacco ischemico transitorio (TIA, Mini-Stroke)
  • Carenza di vitamina B12
  • Porfiria acuta
  • Virus del Nilo occidentale

Diagnosi differenziale

Le cause più comuni di confusione acuta indotta da farmaci sono i farmaci dopaminergici (usati per il trattamento del morbo di Parkinson ), i diuretici , gli antidepressivi triciclici , tetraciclici e le benzodiazepine o l’alcool . Gli anziani, e in particolare quelli con demenza preesistente, sono maggiormente a rischio di stati confusionali acuti indotti da farmaci. Una nuova ricerca sta trovando un collegamento tra la carenza di vitamina D e il deterioramento cognitivo (che include il “cervello annebbiato”).


https://en.wikipedia.org/wiki/Confusion

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *