Classe DB Köf III – Wikipedia


DB Serie III Köf / DBAG Classe 331, 332, 333, 335
Specifiche
Configurazione:
UIC B
Misura 1.435 mm (4 piedi 8+12 In)
Diametro della ruota 950 mm (3 piedi 1 pollici) (nuovo)
890 mm (2 piedi 11 pollici) (usurato)
Interasse 2.800 mm (9 piedi 2 pollici)
Lunghezza 7.830 mm (25 piedi 8 pollici)
Larghezza 2.990 mm (9 piedi 10 pollici)
Altezza 3.305 mm (10 piedi 10 pollici)
Carico sull’asse 11,2 t (11,0 tonnellate lunghe; 12,3 tonnellate corte)
Peso di servizio 20–23 t (19,7–22,6 tonnellate lunghe; 22,0–25,4 tonnellate corte) (331, 332)
22–24 t (21,7–23,6 tonnellate lunghe; 24,3–26,5 tonnellate corte) (333)(1)
Peso della locomotiva 22 t (21,7 tonnellate lunghe; 24,3 tonnellate corte)
Tipo di carburante Carburante diesel
Capacità del carburante 300 litri (66,0 imp gal; 79,3 US gal)
Tappo del liquido refrigerante. 180 litri (39,6 imp gal; 47,6 US gal)
Tappo della sabbiera. 240 kg (529,1 libbre)
Motore primo RHS518A Motorenwerke Mannheim
giri al minuto allineare 500–1600 giri/min
Tipo di motore Quattro tempi, a semplice effetto I8 diesel
Dislocamento 22,1 litri (1.350 pollici cubi)
Trasmissione Voith L 33 yUB (331)
Voith L213 (332)
Voith L 203 KU (333) trasmissione turbo(2)
Freni del treno Freni ad aria compressa tipo Knorr
Dati sulle prestazioni
Velocità massima Classe 331 Köf 10: 30 kmh (19 mph)
Classi 332.333.335: 45 km/h (28 mph)
Potenza in uscita 177 kW (240 CV)
Sforzo di trazione A partire: 83,4 kN (18.750 lbf)
Carriera
Numero in classe 331: 3
332: 317
333/335: 251
Numeri Köf 10 001-003 ; 331 001–003
Köf 11 001-317 ; 332 002, 005–062, 064-210, 212-317, 601, 602, 701, 702, 801, 901
Köf 12 001 ; 333 001-251, 525..716, 335 004..251
Locale Germania
Consegnato 1959–1965

Le ferrovie DB Köf III classe (dal 1968 denominate classi 331, 332, 333 e 335) sono locomotive leggere da manovra a due assi di Deutsche Bahn AG.

Storia(modificare)

Le ferrovie statali tedesche si erano già procurate piccole locomotive di classe Kö I (fino a 39 CV o 29 kW) e Köf II (fino a 149 CV o 111 kW per manovre leggere in stazioni ferroviarie di piccole e medie dimensioni. Queste locomotive erano attaccate alla loro stazione particolare e il loro utilizzo comportava tempi di percorrenza ridotti di treni misti poiché le locomotive dei treni non avevano bisogno di completare tutti i lavori di manovra prima che il treno potesse proseguire verso la destinazione successiva.

Dopo il Seconda guerra mondiale le piccole locomotive della classe Köf II erano molto richieste e sovrautilizzate, ma l’impiego di una locomotiva da manovra più potente come la classe V60 fu esclusa soprattutto per ragioni di costo: le piccole locomotive del tipo Köf erano più economiche da utilizzare poiché il macchinista non doveva essere un macchinista pienamente qualificato.

Negli anni ’50, per colmare il divario tra le piccole locomotive (tedesco:Kleinlok) e la V 60 la Ferrovia Federale Tedesca definì una nuova classe di piccole locomotive – la Serie Köf III – con una potenza massima di 250 CV ovvero 190 kW) e collaborò con il costruttore delle locomotive Gmeinder sviluppare locomotive adatte.

Nel 1959 furono consegnati 8 prototipi a cui venne assegnata la denominazione temporanea di classe Köf 10 (velocità massima 30 km/h) e Köf 11 (velocità massima 45 km/h). 5 erano del tipo Köf 11, gli altri 3 erano Köf 10. La K di Köf indica che la locomotiva è una piccola locomotiva, la ö indica il gasolio (dal tedesco ‘olio’), le alternative sono b per la benzina (tedesco:benzolo), d per vapore (tedesco:Umido) significa vapore, s indica la carica della batteria. La terza lettera indica il tipo di trasmissione – f qui indica la trasmissione idraulica (tedesco:Flussigkeitsgetriebe – “Trazione fluida”) – quindi il prefisso Köf indica una piccola locomotiva con motore diesel e trasmissione di potenza idraulica.

Esempio Köf 11 (Classe 332).

Questi 8 modelli prototipi differivano tutti per il cambio e il tipo di motore a scopo di confronto: ciò ha portato ad una locomotiva standard con a Mannheim funziona motore del tipo RHS 518A con una potenza nominale di 177 kW (237 CV) e trasmissione idraulica del tipo L213U da Voithla trasmissione alle ruote avveniva mediante trasmissione a catena – a queste fu dato il nome di classificazione: Köf 11

Con l’introduzione del nuovo schema di numerazione nel 1968 (vedi Classificazione delle locomotive DB per maggiori dettagli) le 317 locomotive costruite secondo questa specifica (compresi i 5 prototipi Köf 11) ricevettero il numero di classe 332, i 3 prototipi Köf 10 più lenti ricevettero il numero di classe 331; quando la velocità massima fu aumentata a 45 km/h mediante ricostruzione negli anni ’80 331 001 e 002 furono riclassificati come tipo 332 e dal 1992 ricevettero rispettivamente i numeri 332 601 e 602.

Le locomotive prototipo sperimentali Köf 11 numeri 001, 003, 004, 063 e 211 con altre varianti di motore e varianti di cambio ricevettero al momento della riclassificazione i numeri 332 701, 801, 702, 901 e 902.

Nel 1965 Gmeinder introdusse un avanzamento del progetto Köf 11 in cui la trasmissione finale della trasmissione di potenza aveva la trasmissione a catena sostituita con alberi di trasmissione. A questi è stata assegnata la classificazione Köf 12 (classe 333 dopo il 1968). Ne furono realizzati 250 di questo tipo. Dal 333 102 in poi l’aspetto esterno cambiò grazie all’installazione di un frigorifero migliorato.

Köf 12 (classe 333) in livrea DB turchese e gialla

Per ridurre ulteriormente i costi delle spese del personale per i servizi di manovra, nel 1984 le Ferrovie tedesche iniziarono a sperimentare i radiocomandi per le locomotive da manovra.

Il motivo è che prima la manovra era svolta da due uomini: il piccolo locomotore e una persona che svolgeva compiti di accoppiamento e controllava le operazioni di manovra, i due comunicavano via radio. Dando a una persona il controllo remoto del treno, l’attività potrebbe essere eseguita da una sola persona. Alle persone che lo eseguivano veniva assegnato il nuovo titolo professionale Lokrangierführer in tedesco.

I motori 333 108, 114 e 138 furono i primi della classe ad essere dotati dell’attrezzatura di controllo a distanza e dal 1988 iniziò la ricostruzione delle locomotive della Serie 333 alle quali venne assegnato il numero della Serie 335. Le locomotive della Serie 332 non furono aggiornate e dalla metà degli anni Novanta in poi sono stati progressivamente eliminati.

Presso le ferrovie tedesche (Deutsche Bahn) restano in servizio soltanto i gruppi 333 e 335.

La cabina di guida è appoggiata al telaio esterno ed è smontabile; in tal modo l’ingombro complessivo della locomotiva può essere facilmente ridotto per il trasporto su un vagone aperto in un altro luogo. Ciò evita che queste locomotive a bassa velocità ostacolino altro traffico quando devono essere trasportate.

IL travi tampone assorbono gli urti e possono essere sostituiti in modo relativamente semplice, ad esempio in caso di danni dovuti a manovre troppo energiche.

Tra la trasmissione finale e il sistema di trasmissione idraulica è situata una retromarcia idraulica. Nella classe 332 la trasmissione idraulica è composta da frizione e trasmissione idrostatica, nella 333 da due convertitori di coppia(citazione necessaria)(dubbioso )

Per la frenatura le locomotive hanno un freno ad aria compressa continuo Knorr design e inoltre un freno a mano per la locomotiva che agisce sulle ruote anteriori.

Poiché la velocità di funzionamento dei compressori d’aria che alimentano il freno ad aria compressa dipende dalla velocità del motore, nelle stazioni ferroviarie si può spesso osservare che i motori della locomotiva vengono fatti funzionare (in folle) a piena potenza per fornire maggiore forza frenante.

Classe 335 È visibile il dispositivo di aggancio automatico

Le locomotive della Serie 335 si differenziano dalla Serie 333 per avere indicatori luminosi che indicano lo stato del veicolo ad un operatore remoto e una scatola aggiuntiva per il telecomando sulla parte esterna della parete posteriore della cabina di guida

La Classe 335 dispone anche di un giunto di manovra automatico di tipo ad artiglio che può anche essere estratto a distanza fuori dal percorso per consentire il normale collegamento a vite manuale.

Nel 2001, a causa della riduzione della domanda di locomotive radiocomandate, 24 locomotive della Classe 335 sono state riconvertite alla Classe 333; il numero ordinale venne aumentato di 500 (quindi 335 025 diventerebbe 333 525).

Queste piccole locomotive non dispongono del pacchetto di sicurezza completo obbligatorio su altre locomotive delle Ferrovie tedesche. Tuttavia gli ultimi membri delle locomotive della Serie 333 sono dotati di una qualche forma di protezione automatica del treno.

Varianti(modificare)

In breve le diverse varianti possono essere descritte così:

  • Classe 331 (Köf 10)
    • velocità massima 30 km/h – Trasmissione a catena
  • Classe 332 (Köf 11)
    • velocità massima 45 km/h – Trasmissione a catena
  • Classe 333 (Köf 12)
    • velocità massima 45 km/h – Trasmissione a cardano
  • Classe 335 (creata dopo il 1968 quindi n Köf numero di classificazione)
    • velocità massima 45 km/h – Trasmissione a cardano – telecomandata

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ “1.3 Hauptkenndaten”. Mappa di lavoro per l’area e l’immagine della piccola locomotiva sulla piccola locomotiva del BR 322–324 e del BR 332/333 (in tedesco). Bundesbahn-Sozialamt – Forschungs- und Versuchscenter für das betriebliche Bildungswesen. 1981. pag. 7. DS 129/7 89.
  2. ^ “5.8 Werwendete Getriebetypen”. Mappa di lavoro per l’area e l’immagine della piccola locomotiva sulla piccola locomotiva del BR 322–324 e del BR 332/333 (in tedesco). Bundesbahn-Sozialamt – Forschungs- und Versuchscenter für das betriebliche Bildungswesen. 1981. pag. 61. DS 129/7 89.

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto