Chirurgia del piede e della caviglia: cos’è, sotto-specialità dell’ortopedia

La chirurgia del piede e della caviglia è una sotto-specialità dell’ortopedia e della podologia che si occupa del trattamento, della diagnosi e della prevenzione dei disturbi del piede e della caviglia. I chirurghi ortopedici sono qualificati dal punto di vista medico, dopo aver frequentato quattro anni di college, seguiti da 4 anni di scuola di medicina o scuola di medicina osteopatica per ottenere un MD o DO seguito da una formazione specialistica come residente in ortopedia , e solo allora si specializzano in chirurgia del piede e della caviglia.La formazione per un chirurgo podiatrico del piede e della caviglia consiste in quattro anni di college, quattro anni di scuola medica podiatrica ( DPM ), 3-4 anni di residenza chirurgica e una borsa di studio facoltativa di 1 anno.

La distinzione tra un chirurgo del piede e della caviglia podiatrico e ortopedico è: un chirurgo ortopedico ha una laurea in medicina o dottore in medicina osteopatica o una laurea in medicina osteopatica e una formazione che comprende sia la residenza ortopedica che una borsa di studio facoltativa da 6 mesi a un anno formazione specifica in tecniche di chirurgia del piede e della caviglia, mentre la formazione di un dottore in medicina podiatrica consiste in una laurea in medicina podiatrica e una formazione di residenza di tre o quattro anni specifica per la medicina e chirurgia del piede e della caviglia,con un ulteriore 1 facoltativo borsa di studio di un anno in traumi del piede e della caviglia, ricostruzione o salvataggio dell’arto diabetico.

Nel Regno Unito esistono molte controversie sulla portata dei podologi che praticano la chirurgia e la British Orthopedic Association , e la British Orthopedic Foot and Ankle Society ha prodotto una presa di posizione sull’importanza della formazione e della regolamentazione continua dei podologi che praticano la chirurgia dell ‘avampiede podiatrico dopo la certificazione e ha raccomandato che questo dovrebbe essere allo stesso livello di quello dei traumi e dei chirurghi ortopedici qualificati dal punto di vista medico che dovrebbe essere sul piede e sulla caviglia.

Ambito clinico

I chirurghi del piede e della caviglia sono formati per trattare tutti i disturbi del piede e della caviglia, sia chirurgici che non chirurgici. Inoltre, i chirurghi sono anche formati per comprendere le complesse connessioni tra disturbi e deformità del piede, della caviglia, del ginocchio, dell’anca e della colonna vertebrale. Pertanto, il chirurgo in genere vedrà casi che variano dal trauma (come fratture malleolari, fratture del pilone tibiale, fratture del calcagno, lesioni del navicolare e del mesopiede e fratture metatarsali e falangee). . Le deformità congenite e acquisite includono piede piatto acquisito nell’adulto, deformità del piede non neuromuscolare, disturbi del piede diabetico, alluce valgo e diverse condizioni pediatriche comuni del piede e della caviglia (come piede torto, piede piatto, coalizioni tarsali, ecc.) I pazienti possono anche essere indirizzati a un chirurgo del piede e della caviglia per una corretta diagnosi e trattamento del dolore al tallone (come conseguenza della fascite plantare del tallone), disturbi nervosi (come la sindrome del tunnel tarsale) e tumori del piede e della caviglia . L’amputazione e l’artroscopia della caviglia (l’uso di un laparoscopio nelle procedure chirurgiche del piede e della caviglia) sono emerse come strumenti importanti nella cura del piede e della caviglia. Inoltre, si stanno riscontrando ulteriori applicazioni per la chirurgia laser nel trattamento dei disturbi del piede e della caviglia, compreso il trattamento dell’alluce valgo e delle lesioni dei tessuti molli. Un paziente può anche essere indirizzato a un chirurgo del piede e della caviglia per la cura chirurgica di problemi alle unghie e deformità falangee (come borsiti e borsite).

Trattamenti non chirurgici

La stragrande maggioranza delle condizioni del piede e della caviglia non richiede un intervento chirurgico. Ad esempio, diverse condizioni falangee possono essere ricondotte al tipo di box per i piedi utilizzato in una scarpa e un cambio di una scarpa o di una scatola da scarpe può essere sufficiente per trattare la condizione. Per i processi infiammatori come l’artrite reumatoide , i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e i farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARDS) possono essere utilizzati per gestire o rallentare il processo. Plantari, o un dispositivo applicato esternamente utilizzato per modificare le caratteristiche strutturali o funzionali del sistema neuromuscoloscheletrico specificamente per il piede e la caviglia, può essere utilizzato come inserto nelle scarpe per spostare le regioni del piede per posizionamenti più equilibrati, confortevoli o terapeutici del piede. La terapia fisica può anche essere utilizzata per alleviare i sintomi, rafforzando muscoli come il muscolo gastrocnemio (che a sua volta tirerà il tallone, che poi tirerà la fascia plantare, modificando così la struttura e la forma del piede).

Trattamenti chirurgici

Radiografie della vista anteriore e laterale della gamba sinistra fratturata con fissazione interna dopo l’intervento chirurgico

La chirurgia è considerata l’ultima opzione quando gli approcci più conservativi non riescono ad alleviare i sintomi. Tecniche come la bunionectomia possono essere utilizzate per rimuovere chirurgicamente l’alluce valgo e altre deformità del piede e della caviglia, l’ artrodesi (o fusione degli spazi articolari) per i processi infiammatori e la ricostruzione chirurgica (ovvero misure invasive di manipolazione delle strutture neuromuscoloscheletriche) per trattare altre deformità. Plantari, fisioterapia, FANS , DMARD e un cambio di scarpe possono fungere da complemento all’intervento chirurgico e nella maggior parte dei casi saranno necessari per un recupero ottimale.

Pubblicazioni

Gli ultimi 50 anni hanno dimostrato una ricerca di alta qualità sull’eziologia e la gestione delle deformità del piede e della caviglia. Diverse pubblicazioni sono state fatte per fungere da forum per tale ricerca:

  • Journal of the American Podiatric Medical Association – una rivista medica indicizzata sottoposta a peer review
  • The Journal of Foot & Ankle Surgery – una rivista chirurgica gestita dall’American College of Foot and Ankle Surgeons
  • Foot and Ankle International – una rivista chirurgica gestita dall’American Orthopaedic Foot and Ankle Society (AOFAS).
  • Tecniche di Chirurgia del Piede e della Caviglia
  • The Foot & Ankle Journal – la prima rivista ad accesso aperto per la podologia e l’ortopedia del piede e della caviglia.

https://en.wikipedia.org/wiki/Foot_and_ankle_surgery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *