Ca’ d’Zan – Wikipedia


Dimora storica a Sarasota, Florida, Stati Uniti

Luogo storico degli Stati Uniti

Cà d’Zan () è una residenza rinascimentale mediterranea in Sarasota, Floridaadiacente a Baia di Sarasota. Cà d’Zan venne costruita a metà degli anni ’20 come rifugio invernale degli americani circo magnate, imprenditore e collezionista d’arte John Ringling e sua moglie Mable Burton Ringling. Il nome Cà d’Zan significa “Casa di Giovanni” nel Lingua venetain italiano sarebbe “Casa di Giovanni”.

Costruito nel 1926 da Owen Burns,(2) Cà d’Zan è una grande residenza rinascimentale mediterranea che presenta una gamma eclettica di stili architettonici tra cui Gotico veneziano, Rinascimento italiano, morescoE spagnolo-elementi ispirati tratti da diversi periodi storici.(3) Mable e John Ringling avevano fatto visita Venezia e l’influenza gotica veneziana nella casa è ben visibile in una varietà di elementi architettonici nel programma decorativo, come finestre con archi gotici e ornamenti in terracotta che replicano i trafori gotici.

Descrizione e storia(modificare)

Un’altra facciata di Cà d’Zan

Mable e John Ringling arrivarono per la prima volta a Sarasota nel 1909 e acquistarono la loro tenuta sul lungomare nel 1911 da Mary Louise e Charles N. Thompson, che possedeva e aveva placcato Shell Beach in quella che oggi fa parte di Sarasota. I Ringling svernarono al “Palms Elysian”, la residenza esistente nella proprietà costruita nel 1895 per i Thompson, per più di un decennio prima di incaricare l’architetto, Dwight James Baumper progettare una nuova residenza invernale.

Costruzione della nuova residenza a cura di Owen Burns iniziò nel 1924 e fu completato nel 1926. Subito dopo il suo completamento, Cà d’Zan attirò l’attenzione nazionale e fu chiamato “Un palazzo veneziano in Florida” quando apparve in Vita di campagna rivista nel 1927.(4) Come espressione di architettura revivalista, la serie di dettagli decorativi che ornano la facciata di Cà d’Zan provengono da diverse epoche culturali e storiche dell’architettura europea. In quanto tale, la residenza è in definitiva un pastiche fantasioso, dal carattere unicamente americano, data la sua sintesi fantasiosa e creativa di dettagli storicizzanti.

Ritratto di Mable e John Ringling, dettaglio del soffitto murale della sala giochi di Cà d’Zan al terzo piano

Con un totale di cinquantasei stanze, la Cà d’Zan doveva impressionare come luogo di intrattenimento.(5) Il primo piano è costituito dalle stanze principali per l’intrattenimento, tra cui un salone di ricevimento, una sala relax, una sala per la colazione, una sala da pranzo, un grande salone e una sala da ballo.

I Ringling assunti Willy Pogany (Americano, nato in Ungheria, 1882–1955), artista e designer, per creare murales per gli elaborati interni della casa. Il contributo più notevole di Pogany è stata la serie di 26 dipinti su tela che adornano il soffitto a cassettoni dorati della sala da ballo che raffigurano “Danzatori delle diverse nazioni”. Questo murale unico sul soffitto riflette la tendenza più ampia del design d’interni americano di alto stile verso il cosmopolitismo, dove era di moda per i ricchi mecenati commissionare decorazioni a tema per mostrare la loro visione cosmopolita.

Il murale sul soffitto ritrae ballerini di varie culture, comprese culture antiche, una serie di danze popolari europee moderne e culture non occidentali. La grandiosità del murale sul soffitto della sala da ballo rivela le aspirazioni del Ringling di impressionare gli ospiti con la loro conoscenza delle culture di tutto il mondo. Tuttavia, alcune delle culture rappresentate possono ora essere viste come stereotipi culturali immaginari.

Inoltre, Willy Pogany ha anche dipinto un murale sul soffitto per la sala giochi del terzo piano che raffigura scene delle festività che circondano il Carnevale veneziano. Questo murale include un ritratto fantasioso di Mable e John Ringling in abiti festivi e circondati da un serraglio di animali domestici, inclusi i loro cani e uccelli esotici. Un altro artista, Robert Webb Jr., fu assunto per dipingere dettagli decorativi in ​​tutta la casa, tra cui la pittura di ornamenti all’italiana sul soffitto della sala da pranzo, ornamenti floreali e fogliati sul soffitto della sala dei ricevimenti, nonché ornamenti colorati di ispirazione veneziana. sullo sgradevole soffitto di cipresso della sala grande.

I Ringling acquistarono molti oggetti d’antiquariato e mobili da smaltire alle aste delle tenute dell’Età dell’Oro durante un cambiamento della moda tra i più ricchi. In quanto tale, l’acquisto di gran parte dell’arredamento ricercato e in stile revival di Cà d’Zan può essere visto come l’acquisizione degli ornamenti di ricchezza che erano stati di moda durante l’era culturale che precedeva il loro tempo. Ciò rifletteva la pratica costante di John Ringling di acquistare tali ornamenti a prezzi stracciati mentre non erano di moda. Mable progettò e sviluppò un vasto roseto vicino alla casa, furono installati o identificati esemplari di paesaggi e alberi e sulla proprietà furono installate copie di sculture di diverse epoche.

Dopo la morte di Mable Ringling nel 1929, John Ringling continuò a visitare Cà d’Zan a causa del collasso finanziario, di un secondo matrimonio sciolto rapidamente e del suo peggioramento della salute fino alla sua morte nel 1936. Cà d’Zan faceva parte del lascito di John Ringling allo stato di Florida, insieme a The Museo d’arte John e Mable Ringling, che dovevano essere un memoriale e l’eredità filantropica delle vite di Mable e John. Tuttavia, la tenuta rimase in un limbo per dieci anni, poiché ci volle molto tempo per saldare i debiti, le pretese degli eredi e le tasse prima che lo stato della Florida potesse prendere il controllo della proprietà. Purtroppo Cà d’Zan rimase disabitata dal 1936 al 1946 e in quel periodo la casa decadde per la mancanza di climatizzazione interna. Cà d’Zan fu aperta al pubblico nel 1946 come parte dello State Art Museum of Florida.

Nel 1982 la residenza fu elencata come a proprietà conferita al Distretto storico di Caples’-Ringlings’ Estatesche è sul Registro nazionale dei luoghi storici.(1) Altre proprietà che contribuiscono nel distretto includono la residenza di Ellen e Ralph Caples, il Museo d’arte John and Mable Ringling, la residenza Hester Ringling Lancaster Sandford e la residenza di Edith e Charles Ringling. Il 18 aprile 2012, il AIAIl Florida Chapter di ha inserito Cà d’Zan, la residenza di John e Mable Ringling nella sua lista, Architettura della Florida: 100 anni. 100 posti.(6)

Il film del 1998 grandi aspettativediretto da Alfonso Cuarónha fatto girare alcune parti a Cà d’Zan, che fungeva da casa della signora Dinsmoor, Paradiso Perduto.

La terracotta architettonica policroma che conferisce a Cà d’Zan la sua caratteristica facciata è stata originariamente prodotta da OW Ketcham Terra Cotta Works, con sede a Crum Lynne, Pennsylvania. Nel corso degli anni sono stati riprodotti elementi di terracotta, comprese sezioni realizzate da OW Ketcham Terra Cotta negli anni ’50. La residenza è una rara icona di sopravvivenza e glamour degli anni del boom della Florida degli anni ’20, per i quali John Ringling ha svolto un ruolo importante come promotore immobiliare a Sarasota. Cà d’Zan ha subito un importante restauro dal 1996 al 2002 costato 15 milioni di dollari. La piscina è stata restaurata nel 2018 e ora è una piscina poco profonda a specchio. La conservazione storica è in corso per mantenere la casa di quasi 100 anni.(7)

Galleria(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ UN B “Sistema informativo del registro nazionale – Distretto storico di Caples’-Ringlings’ Estates (#82001039)”. Registro nazionale dei luoghi storici. Servizio del Parco Nazionale. 13 marzo 2009.
  2. ^ Benz, Kafi, Lillian G. Burns e Owen Burns, un’eredità familiare duratura per SarasotaSeagate Press, Sarasota, Florida, 2001.
  3. ^ Moody, Laura (27 febbraio 2019). “La Cà d’Zan di Sarasota è piena di bellezze architettoniche e di una grande storia d’amore”. FOX 13 Notizie. Estratto 26 luglio 2022.
  4. ^ Sears, Roger F. “Un palazzo veneziano in Florida”. Vita di campagna. (ottobre 1927) 52: 34–40.
  5. ^ “Architettura”. Il Ringling. Estratto 23 ottobre 2023.
  6. ^ “I 100 migliori edifici dell’AIA Florida”. aiaflatop100.org. Estratto 18 novembre 2012.
  7. ^ Hershon, Marissa e Barbara Ramsay (2020). “Progetti di conservazione a Ca’ d’Zan”. Rivista Ringling. Ott-Dic 2020: 6–7.{{cite journal}}: Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto