Bingqian – Wikipedia

Una moneta biscotto Xianping Yuanbao (咸平元寶).

Bingqian (Cinese tradizionale: 餅錢; Cinese semplificato: 饼钱; Pinyin: bǐng qian), o Bingxingqian (cinese tradizionale: 餅型錢; cinese semplificato: 饼型钱; pinyin: bǐng xíng qián), è un termine che si traduce in inglese come “monete di biscotti”, “monete di torta” o “monete di torta”,[a] usato da Cinese e taiwanese collezionisti di monete a cui fare riferimento monete in contanti con un bordo estremamente ampio in quanto queste monete in contanti possono essere anche molto spesse.[1][2][3] Mentre le prime versioni del Bingqian non avevano bordi straordinariamente larghi.[1]

Queste monete in contanti sono state prodotte durante due periodi distinti in Storia cineseprima furono prodotti sotto l’imperatore Wang Mang del dinastia Xin e poi ancora durante il regno di L’imperatore Zhenzong del dinastia Song settentrionale.[1] È stata prodotta solo una quantità molto piccola di monete in contanti cinesi che avevano questi bordi molto larghi e/o avevano una composizione molto spessa.[1]

Sebbene ci siano state speculazioni sul loro utilizzo, lo scopo di queste monete in contanti con bordi larghi deve ancora essere determinato.

dinastia Xin[edit]

Una moneta biscotto Huo Quan (貨泉).

La prima istanza di denaro biscotto era stata prodotta sotto il regno dell’imperatore Wang Mang del dinastia Xin.[1] Regnò tra il 7 e il 23 d.C. e durante questa era furono prodotte monete in contanti Huo Quan (貨泉) che sono comunemente chiamate Binqian, queste monete in contanti erano sia pesanti che spesse nella loro composizione, ma differivano dalle successive Song Bingqian dell’era della dinastia in quanto i loro bordi non erano significativamente più ampi di quelli di altre monete in contanti.[1]

Si legge l’iscrizione delle monete in contanti Huo Quan da destra a sinistra e furono gettati a partire dall’anno 14 dC.[5] Come il successivo Bingqian, alcune monete in contanti Huo Quan heave hanno quattro linee diagonali che sporgono (o si irradiano) dagli angoli del foro centrale quadrato della moneta, mentre unicamente per queste monete in contanti, possono avere grandi macchie situate sia sopra che sotto il foro centrale quadrato.[5] Si sospetta che questi Bingqian dell’era Wang Mang potrebbero essere una prima forma di Ciondoli numismatici cinesima resta da scoprire il significato esatto di questi simboli.[5]

Le normali monete in contanti Huo Quan tendono ad avere un peso di 3 grammi.[6] Huo Quan Bingqian può avere un diametro di 23,3 millimetri e un peso di 7 grammi, il che li rende più pesanti delle monete in contanti Huo Quan standard.[5] Il più grande Huo Quan Bingqian può pesare più di 15 grammi.[6]

Dinastia dei canti[edit]

Durante il regno di L’imperatore Zhenzong del dinastia Song settentrionaleil nomi di epoca di Xianping (咸平, 998–1003), Jingde (景德, 1004–1007), Dazhong Xiangfu (大中祥符, 1008–1016) e Tianxi (天禧, 1017–1021).[1] Nonostante questi quattro diversi titoli di regno siano stati usati durante il regno dell’imperatore Zhenzong, l’unico Bingqian conosciuto di quest’epoca contiene le iscrizioni Xianping Yuanbao (咸平元寶) e Xiangfu Yuanbao (祥符通寶), mentre nessun Bingqian autentico con le leggende Jingde Yuanbao (景德元寶), Xiangfu Tongbao (祥符通寶) e Tianxi Tongbao (天禧通寶) sono mai stati registrati.[1] Bingqian è stato oggetto di opere scritte da importanti studiosi di numismatica cinesi come Ma Dingxiang (馬定祥) e Dai Baoting (戴葆庭), che hanno tutti formulato ipotesi diverse sulla loro origine e funzione, ma resta da scoprire perché siano state create queste monete in contanti più spesse e pesanti.[8]

C’è un numero molto inferiore di Xiangfu Yuanbao Bingqian registrato rispetto alle versioni Bingqian di monete in contanti Xianping Yuanbao.[1] Le monete in contanti di Xianping Yuanbao più comuni hanno uno spessore compreso tra 2,14 e 2,6 millimetri e tendono ad avere un peso compreso tra 2,2 e 5,8 grammi,[1] mentre una versione Bingqianq dello Xianping Yuanbao può avere un diametro fino a 46,7 millimetri e un peso fino a 73,2 grammi.[1] Il più grande Xianping Yuanbao Bingqian registrato ha un diametro di 66 millimetri.[1]

Poiché i Bingqian sono spessi, a volte vengono confusi per monete madriquesto non è solo a causa della loro corporatura più pesante e, in alcuni casi, dei loro personaggi dal taglio più profondo.[9][10] Mentre nell’anno 2019 un “normale” Xianping Yuanbao è stato valutato solo a 2 yuanuna moneta in contanti Bingqian Xianping Yuanbao durante questo stesso periodo è stata valutata in media a 500 yuan.[9][10]

Molti Bingqian sono stati scoperti nella provincia di Sichuaned è probabile che provenissero da questa regione.[1]

Queste pesanti monete in contanti con bordi larghi non sono standardizzate né per le dimensioni né per il peso, il che significa che è stata registrata una grande varietà di Bingqian di questo periodo.[1] Al momento non è noto se Bingqian circolasse effettivamente o meno come una vera forma di valuta e quale fosse il loro valore contemporaneo.[1]

Al momento non è noto il motivo per cui siano state prodotte queste monete in contanti molto pesanti con bordi larghi. numismatico cinese Sun Zhonghui (cinese semplificato: 孙仲汇; cinese tradizionale: 孫仲匯; pinyin: sun zòng huì) nel suo Guqian Bitujie (古錢幣圖解) attribuì con certezza questi Bingqian al periodo della dinastia Song settentrionale.[1][11] Inoltre, nel Guqian Bitujie ipotizzò che i Bingqian fossero stati creati in quello che oggi è noto come Sichuan perché il governo della dinastia Song aveva confiscato tutti gli oggetti di rame e circolavano bronzo monete in contanti, che ha provocato una carenza di rame nella regione.[1] Il governo aveva poi introdotto ferro da stiro monete in contanti, o tieqian (鐡錢), che aveva aumentato notevolmente il potere d’acquisto delle monete in contanti in lega di rame diminuendo il potere d’acquisto delle monete in contanti di ferro.[1] A quel tempo c’erano tre zecche operanti nel Sichuan che producevano monete in contanti di ferro.

Poiché all’epoca monete in lega di rame grandi e pesanti come queste Bingqian avrebbero avuto un valore monetario reale nel Sichuan, Sun Zhonghui osserva che è molto probabile che queste monete in contanti straordinariamente grandi fossero circolate come valuta valida.[1]

Varianti[edit]

  • Alcuni Bingqian hanno quelli che vengono chiamati si jue (cinese semplificato: 四诀; cinese tradizionale: 四訣; pinyin: sì jué) rovesci, questi rovesci si trovano su alcune monete in contanti del periodo della dinastia Song, il che significa che queste monete in contanti hanno gli angoli del loro foro centrale quadrato che si estendono leggermente verso l’esterno verso il bordo della moneta in contanti.[1]
  • Sono stati registrati Xianping Yuanbao Bingqian con un diametro di 26,5 millimetri e un peso di 10,68 grammi,[1] 26,5 millimetri,[1][13] 28,4 millimetri,[1][14] una moneta in contanti di Xianping Yuanbao con un diametro di 30,1 millimetri e uno spessore di 2,5 millimetri,[1] uno con un diametro di 32,5 millimetri,[1][15] uno con un diametro compreso tra 31 e 31,1 millimetri con uno spessore compreso tra 4,5 e 4,53 millimetri,[16] 34,0 millimetri,[1][17][b] e uno Xianping Yuanbao Bingqian con un diametro di 44,0 millimetri, uno spessore di 6 millimetri e un peso di 72,0 grammi, questo esemplare aveva inoltre si chu (四出, sì chu).[1][18]
  • Esiste una variante del Bingqian conosciuta come “le monete della torta a doppia piega” (cinese semplificato: 折二饼钱; cinese tradizionale: 折二餅錢; pinyin: zhé èr bǐng qián).[16]
  • Uno Xiangfu Yuanbao Bingqian, che è significativamente più raro di Xianping Yuanbao Bingqian, è stato registrato con un diametro di 26,4 millimetri ed è stato messo all’asta nella città di Shanghai nell’anno 2014.[19][1]
  • Uno Xianping Yuanbao con un diametro di 46,7 mm e un peso di 73,2 grammi è stato venduto all’asta nell’anno 2013 per $2.623 (che all’epoca erano 17.250 yuan).[1]
  • Il più grande Bingqian esistente è uno Xianping Yuanbao con un diametro di 66 millimetri.[1][20] Questa moneta in contanti era di proprietà del numismatico cinese Ma Dingxiang (馬定祥),[1][20] è stato quotato a un’asta nell’anno 2008 con un prezzo stimato di $ 9.124 – $ 15.207 (o tra 60.000 – 100.000 yuan).[1][20]

Dinastia Ming[edit]

Durante Dinastia Ming alcuni Chongzhen Tongbao (cinese tradizionale: 崇禎通寶; cinese semplificato: 崇祯通宝 sono state prodotte, queste monete in contanti hanno un diametro di 24 millimetri e un peso di 5,9 grammi, oltre a si jue (四訣), che sono quattro linee che si irradiano verso l’esterno dai quattro angoli del foro centrale quadrato sul rovescio della moneta.[21]

  1. ^ In alternativa, potrebbero essere tradotti in inglese come “biscuit money”, “pie money” o “cake money”.
  2. ^ Un esemplare di questo Xianping Yuanbao Bingqian era nella collezione del numismatico cinese Sun Zhonghui (孫仲匯).

Riferimenti[edit]

Fonti[edit]



Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: