Beechcraft XA-38 Grizzly – Wikipedia


Prototipo di aereo d’attacco del 1944 della Beechcraft

IL Beechcraft XA-38 “Grizzly” era un terreno dell’era della Seconda Guerra Mondiale aerei d’attaccosviluppato da Beechcraft, ma mai messo in produzione. Il Grizzly avrebbe dovuto essere dotato di un fuoco in avanti Cannone da 75 mm per penetrare obiettivi pesantemente corazzati.

Mentre il primo prototipo volò il 7 maggio 1944, i test stabilirono che il tipo non sarebbe stato pronto per il progetto invasione del Giappone. Presentava anche il Wright R-3350 motori già in uso con il Boeing B-29 Superfortezza– che aveva la priorità. Di conseguenza, l’XA-38 fu cancellato dopo il completamento di un secondo prototipo.

Design e sviluppo(modificare)

IL Forze aeree dell’esercito degli Stati Uniti assegnò alla Beech Aircraft Corporation un contratto nel dicembre 1942 per due prototipi per il loro Modello 28 “Destroyer”.(1) Inizialmente il Modello 28 era stato un progetto di cacciatorpediniere bombardiere, ma cambiò(citazione necessaria) per fornire un potente aereo da attacco al suolo per sostituire il Douglas A-20 Havoccon la capacità di colpire bersagli “temprati” come carri armati E bunker e per attaccare la navigazione costiera.(1) Questa capacità è stata ottenuta attraverso un cannone da 75 mm con 20 colpi, montato in posizione fissa sul muso e due calibro .50 (12,7 mm) Mitragliatrici M2 Browning sparando in avanti. L’armamento difensivo consisteva in torrette ventrali e dorsali controllate a distanza, ciascuna armata con due mitragliatrici calibro .50 (12,7 mm). Dovevano essere due membri dell’equipaggio, un pilota e un osservatore/mitragliere nella cabina posteriore, che usavano mirini periscopici per puntare i cannoni.

Test(modificare)

Il 7 maggio 1944, Faggio pilota collaudatore Vern Carstens ha pilotato l’XA-38 nel suo volo inaugurale dalla compagnia Wichita aeroporto.(2) L’aereo si è rivelato soddisfacente sotto tutti gli aspetti e migliore del previsto in alcuni, compresa la velocità massima.

Durante i test, i prototipi dell’XA-38 sono stati pilotati da piloti USAAF e sottoposti a manutenzione da personale militare, dimostrandosi affidabili e stabilendo un elevato livello di manutenibilità.(3)

L’armamento si è rivelato particolarmente efficace; se non fosse stato per un cambiamento nelle priorità in tempo di guerra nel 1944, molto probabilmente l’aereo sarebbe stato ordinato in quantità(citazione necessaria) anche se il B-29 aveva la priorità per il Wright R-3350 motori. Invece un prototipo venne demolito e l’altro, destinato alla Museo dell’USAFha avuto un destino sconosciuto.

Specifiche(modificare)

Dati da Informazioni sull’aereo: il grosso cannone Beech(4)

Caratteristiche generali

  • Equipaggio: 2
  • Lunghezza: 51 piedi 9 pollici (15,77 m)
  • Apertura alare: 67 piedi 4 pollici (20,52 m)
  • Altezza: 15 piedi e 6 pollici (4,72 m)
  • Superficie alare: 626 piedi quadrati (58,2 m2)
  • Peso vuoto: 22.480 libbre (10.197 kg)
  • Peso massimo al decollo: 35.265 libbre (15.996 kg)
  • Centrale elettrica:Wright R-3350-43 raffreddato ad aria motori radiali2.300 CV (1.700 kW) ciascuno

Prestazione

  • Velocità massima: 370 mph (600 chilometri all’ora, 320 nodi)
  • Allineare: 2.615 km (1.625 miglia)
  • Soffitto di servizio: 29.000 piedi (8.800 m)
  • Velocità di salita: 2.600 piedi/min (13 m/s)

Armamento

  • Pistole:
    • 1 cannone T15E1 da 75 mm (20 colpi)
    • Calibro 6 × .50 (12,7 mm) Mitragliatrici M2 Browning (2 rivolti in avanti, 2 nella torretta ventrale, 2 nella torretta dorsale)

Guarda anche(modificare)

Velivolo di ruolo, configurazione ed epoca comparabili

Elenchi correlati

Riferimenti(modificare)

  • Pelletier, AJ (1995). Aerei in faggio e i loro predecessori. Annapolis, Maryland, Stati Uniti: Naval Institute Press. ISBN 1-55750-062-2.

Ulteriori letture(modificare)

  • McCullough, Anson (agosto 1995). “Grind ‘Em Out Ground Attack: La ricerca dell’inafferrabile cacciabombardiere” . Ali. 25 (4).
  • Bridgman, Leonard, ed. (1947). Jane è tutto l’aereo del mondo 1947. Londra: Sampson Low, Marston & Co. p. 181c.

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto