Base aerea Re Abdulaziz – Wikipedia


Base aerea del re Abdulaziz (Arabo: قاعدة الملك عبدالعزيز الجوية) (IATA: DHA, ICAO: OEDR), conosciuto anche come Base aerea di Dhahran e precedentemente Aeroporto internazionale di Dhahran, Aeroporto di Dhahran E Aeroporto di Dhahranè un Aviazione reale saudita base situata in Dhahran nel Regione dell’Est, Arabia Saudita. Situato a ovest di Thuqbah e 7 km (4 miglia) a sud-est di Saudi Aramco Campo di Dhahranla base aerea è stata il primo aeroporto dell’Arabia Saudita ad essere costruito, nel 1961, ed è sotto il comando di Vicemaresciallo dell’aeronautica Il principe Turki bin Bandar bin Abdulaziz Al Saud.

La base aerea fu inizialmente costruita e gestita dal Aeronautica degli Stati Uniti dal 1945 al 1962 ed era conosciuto come Dhahran Airfield.(1) Dopo l’utilizzo da parte dell’USAF, fu convertito per uso commerciale ed era conosciuto come Aeroporto Internazionale di Dhahran, ed era condiviso con la base aerea King Abdulaziz dell’USAF. Aviazione reale saudita. La relazione militare che esiste oggi tra gli Stati Uniti e Arabia Saudita è stato fortemente influenzato dall’origine e dallo sviluppo di questo aeroporto.

Durante la sua fase di utilizzo commerciale dal 1962 al 1999, è stato uno degli aeroporti passeggeri più influenti e trafficati dell’Arabia Saudita ed è stato commemorato sulle banconote da 5 riyal della seconda emissione e sulle banconote da 1 riyal della terza emissione. Dopo il completamento e l’inaugurazione del Aeroporto internazionale Re Fahd più a nord, l’aeroporto perse il suo status commerciale e fu nuovamente riconvertito ad uso esclusivamente militare; anche se dal Aviazione reale sauditache lo utilizza ancora oggi.

Storia(modificare)

Durante seconda guerra mondialeIL Golfo Persico E Penisola Arabica erano importanti rotte di sosta e di spedizione per gli Stati Uniti per fornire entrambe prestito-locazione assistenza al Unione Sovieticaoltre a fornire il forze alleate combattendo il giapponese imperiale forze dentro Asia.(2): 29

A causa dell’importanza dell’Arabia Saudita, soprattutto per la sua posizione, nel 1943 gli Stati Uniti estesero lo status di prestito-affitto all’Arabia Saudita, uno dei soli tre paesi arabo paesi che riceveranno questo aiuto. Nel 1944, gli Stati Uniti Dipartimento di Guerra (rinominato nel 1949 il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti) ha proposto di costruire una base aerea all’interno o nelle vicinanze DhahranArabia Saudita.

Nel 1945, gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita firmarono l’accordo sul campo aereo di Dhahran. Questo accordo permise agli Stati Uniti di costruire un piccolo aeroporto vicino alla Arabian American Oil Company (ARAMCO) città. L’uso del termine “campo aereo”, in contrapposizione a “base aerea”, è stato il risultato diretto della sensibilità degli Stati Uniti alle preoccupazioni dell’Arabia Saudita riguardo imperialismo. Inoltre, era previsto che la piena proprietà dell’aerodromo tornasse all’Arabia Saudita alla conclusione della guerra, dopo un periodo concordato di tre anni durante il quale gli Stati Uniti avrebbero avuto il diritto di gestire l’aerodromo.

Nonostante la fine della Seconda Guerra Mondiale nel teatro europeo, nel 1945, Presidente Harry S. Truman hanno firmato l’accordo, che, a causa della mancanza di qualsiasi giustificazione militare, e ancora una volta per il riflesso delle preoccupazioni dell’Arabia Saudita riguardo all’imperialismo e al simbolismo delle basi straniere sul loro territorio, è stato prontamente respinto dal re. Anche il Dipartimento della Guerra rinunciò al suo sostegno al progetto. comunque, il Dipartimento di Stato americano, riconoscendo i vantaggi economici di questa posizione e i vantaggi diplomatici offerti dall’accordo, ha continuato a perseguire lo sviluppo del campo aereo di Dhahran. Dopo Congresso approvò un sostanziale aiuto allo sviluppo economico, il Dipartimento di Stato americano e il governo saudita concordarono, nell’agosto 1945, di sviluppare l’aerodromo. Il Dipartimento della Guerra fu costretto a sostenere i costi della costruzione.

Nel 1948, quando il periodo postbellico di tre anni originariamente concordato per le operazioni statunitensi giunse al termine, l’accordo fu rinegoziato. Sebbene l’aerodromo non fosse stato completato fino al 1946, troppo tardi per essere di alcun beneficio per la logistica della Seconda Guerra Mondiale (la sua giustificazione originaria), fornì benefici alla fine degli anni ’40, in particolare nel contesto della crescente tensione tra Stati Uniti e Unione Sovietica. Unione. Nel 1949 l’aeroporto di Dhahran era l’unico aeroporto dell’area in grado di supportare l’aviazione Aeronautica degli Stati Uniti (USAF). B-29. Pertanto l’aeroporto assunse un’importanza sempre maggiore agli occhi degli Stati Uniti come luogo nella strategia americana contenimento Di comunismo. Per l’Arabia Saudita, la base ha fornito un elemento di sicurezza da parte delle forze statunitensi lì dislocate, in mezzo alle crescenti preoccupazioni dell’Arabia Saudita nei confronti dei loro vicini, in particolare Yemene il Hashemiti Di Iraq E Transgiordania. L’accordo del 1948 restituì la proprietà della base aerea all’Arabia Saudita e i contratti di locazione annuali, per i quali gli Stati Uniti avrebbero pagato l’affitto.

Il 18 giugno 1951 i due governi firmarono un accordo che rinnovava ed estendeva i diritti di utilizzo dell’USAF sull’aerodromo.(2): 37

In un ulteriore accordo di rinnovo datato 2 aprile 1957, gli Stati Uniti si impegnarono a fornire sostegno alla costruzione per aiutare i sauditi a migliorare le loro strutture aeree commerciali presso il terminal aereo civile di Dhahran e ad assistere, consigliare e addestrare l’esercito, la marina e l’aeronautica saudita. Per svolgere i compiti di assistenza e addestramento, gli Stati Uniti hanno rinominato il Gruppo di assistenza e consulenza militare, presente in Arabia Saudita dal 1949, come Missione di addestramento militare degli Stati Uniti (USMTM). Lo staff dell’USMTM, con sede presso il terminal di Dhahran, era composto da tre sezioni che rappresentavano le forze armate americane. Ogni sezione collaborava con il corrispondente servizio militare saudita.(2): 162

Civile(modificare)

Nel corso degli anni ’50, l’aeroporto di Dhahran iniziò ad emergere come mezzo di trasporto commerciale centrocome il vicino Dammam campi petroliferi ha aumentato la vitalità economica complessiva dell’area. Inoltre, Trans World Airlines ha iniziato a utilizzare Dhahran come hub per aumentare i trasporti da e per l’Asia e l’Europa. L’aeroporto di Dhahran e le strutture di supporto emergenti divennero l’aeroporto internazionale di Dhahran nel 1961, poco prima che gli Stati Uniti cedessero il controllo nel 1962.

L’edificio del terminal dell’aeroporto è una delle opere architettoniche di Minoru Yamasaki ed è stato completato nel 1961. Il architettura è una fusione di tradizione Forme islamiche con la tecnologia moderna. Ad esempio, il volo Torre di controllo ha l’aspetto di a minareto. Sono state utilizzate le immagini del terminale Banconote saudite e si ritiene che abbia influenzato la progettazione di numerosi edifici importanti in tutto il Medio Oriente.(citazione necessaria)

Nel febbraio 1979, Pan Am ha iniziato una rotta per New York City utilizzando Boeing 747SP.(3) Tra i passeggeri c’erano americani che lavoravano per Aramco e sauditi che studiavano nelle università degli Stati Uniti. Il servizio cessò nel febbraio 1986; La Pan Am aveva venduto i suoi 747SP e non possedeva un altro aereo in grado di operare i voli senza scalo.(4)

Dhahran ha svolto un ruolo significativo nell’evacuazione dei cittadini e del personale statunitense del 1994 Yemen quando quel paese scivolò nella guerra civile. Durante l’operazione Desert Focus nel 1996, dopo il bombardamento del Torri di Khobar, l’aeroporto è stato utilizzato per trasferire oltre 6.000 cittadini e personale statunitense all’interno del Regno dell’Arabia Saudita. L’aeroporto di Dhahran ha continuato a servire come hub aereo commerciale della provincia orientale fino al completamento, nel 1999, del Aeroporto internazionale Re Fahd vicino a Dammam, quando tutti i voli di linea furono spostati dall’aeroporto internazionale di Dhahran.

Militare(modificare)

La base aerea King Abdul-Aziz è stata un’importante base aerea della RSAF da quando l’USAF se ne andò nel 1962, fornendo difesa aerea, supporto tattico e strategico per la provincia orientale e le regioni vicine, oltre a fornire formazione tecnica relativa all’aviazione al personale della RSAF.

Tra il 1963 e il 1999 la base venne chiamata Base aerea di Dhahran.

Tra il 17 settembre 1963 e il 20 novembre 1963 il Aeronautica degli Stati Uniti‘S 524° Squadrone di caccia tattico è stato schierato qui con Super sciabole F-100 nordamericane.

La Guerra del Golfo(modificare)

Un distaccamento di Aviazione Reale Panavia Tornado GR1 è da Squadrone n. 31 della RAF avevano sede qui nel gennaio 1991.(5)

Anni ’90(modificare)

Nell’ottobre 1994 l’USAF 75° Squadrone Caccia (A-10 Fulmine II aereo) è stato spostato alla base aerea di Dhahran, prima dello schieramento in avanti Base aerea di Ahmad al-Jaber, Kuwait.

Nel 1999, la base aerea di Dhahran è stata ribattezzata Base aerea King Abdulaziz.

Uso attuale(modificare)

L’aeroporto internazionale di Dhahran è stato trasformato in una base aerea militare. È stato rinominato Base aerea del re Abdulaziz e serve agli scopi del Aviazione reale saudita. Ci sono anche un paio di compagnie aeree VIP che operano da DHA: Aviation-Link opera un A319 e un B777-200, e NEXUS Flight Operations opera un A319.

  • Ala RSAF 3:(6)
  • Ala RSAF 11:(6)

La base ospita l’annuale Esercizio Lance della Vittoria che addestra il personale nelle missioni aria-terra, superiorità aerea e attacco.(7)

Incidenti e inconvenienti(modificare)

  • Il 19 ottobre 1950 a DouglasDC-3 si è schiantato durante il decollo dalla base aerea, uccidendo una persona a bordo e danneggiando irreparabilmente l’aereo.
  • Il 30 dicembre 1956 a Aeronautica degli Stati Uniti Servizio di trasporto aereo militare Lockheed C-121 costellazione in viaggio da Tripoli si è schiantato durante l’avvicinamento all’aeroporto, uccidendo 12 delle 38 persone a bordo. Si è stabilito che la causa fosse una combinazione tra l’inoperatività dell’avvicinamento controllato da terra (GCA) e la scarsa visibilità dovuta a nebbia. L’aereo è stato danneggiato irreparabilmente.
  • Il 17 aprile 1964 Compagnie aeree del Medio Oriente Volo 444, a Sud Aviation SE-210 Caravelle III con a bordo 42 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio, si schiantò a 7 km dalla costa Baia della Mezza Luna, avvicinandosi all’aeroporto internazionale di Dhahran da sud. La causa dell’incidente rimane indeterminata. Tutte le persone a bordo hanno perso la vita nello schianto.
  • L’8 luglio 1968, un saudita Convair CV-340 trasportando 11 persone in viaggio da Aeroporto internazionale del Bahrein si è schiantato 5 km (3 miglia) a sud dell’aeroporto mentre tentava di avvicinarsi per la terza volta a causa della scarsa visibilità causata da un tempesta di sabbia.
  • Il 17 marzo 1985, un saudita Boeing 737-200 trasportando 76 passeggeri e 21 membri dell’equipaggio Jeddah A Riad è stato dirottato da un uomo solitario armato di a bomba a mano. Dopo aver requisito l’aereo fino a Riadil dirottatore ha chiesto di essere trasportato in aereo verso un’altra destinazione, dopodiché gli è stato detto che l’aereo avrebbe dovuto fare rifornimento Dhahran. Dopo aver lasciato sbarcare tutti i passeggeri dell’aereo, tranne i piloti, all’uomo è stato chiesto di arrendersi alle forze di sicurezza, cosa che lui si è rifiutato di fare. Successivamente l’aereo è stato preso d’assalto; l’uomo ha lanciato la granata ed è stato colpito e ucciso.

Guarda anche(modificare)

Riferimenti(modificare)

  1. ^ “Paesi del Medio Oriente: Siria, Iran, Iraq, Afghanistan, Giordania, Arabia Saudita”. Biblioteca digitale mondiale. 1955. Estratto 27 luglio 2013.
  2. ^ UN B C Grathwol, Robert; Moorhus, Donita (2010). Mattoni, sabbia e marmo: costruzioni del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito degli Stati Uniti nel Mediterraneo e nel Medio Oriente, 1947–1991 (PDF). Centro di storia militare dell’esercito degli Stati Uniti. ISBN 9780160817380.Dominio pubblico Questo articolo incorpora il testo di questa fonte, che si trova nel file dominio pubblico.
  3. ^ “Volo da Houston all’Arabia Saudita pianificato dalla Pan Am”. Diario di Winston-Salem. United Press Internazionale. 31 gennaio 1979. Estratto 9 settembre 2023.
  4. ^ “Servizio di sospensione delle compagnie aeree americane”. Stampa associata. 20 gennaio 1986. Archiviato da l’originale l’8 aprile 2022. Estratto 7 aprile 2022.
  5. ^ “19 anni sull’Iraq” . La revisione annuale ufficiale della RAF 2010. Stamford: Pubblicazione chiave: 12 dicembre 2010.
  6. ^ UN B “Aeronautica reale saudita – Base aerea di Dhahran/King Abdullah Aziz) (OEDR)”. Scramble.nl. Estratto 15 novembre 2023.
  7. ^ Mensile delle forze aeree. Stamford, Lincolnshire, Inghilterra: Chiave Editoria Ltd. Maggio 2023. pag. 60.

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto