Bamahane – Wikipedia


Prima pagina del numero del 1 agosto 2013

Bamahane (Anche BaMahane, ebraico: במחנה, illuminato. nel campo base) era un settimanale in lingua ebraica pubblicato dalla Forze di difesa israeliane. Fu pubblicato per la prima volta nel dicembre 1934 dal Haganah ed è stato pubblicato come settimanale fino a dicembre 2016, quando è stato spostato online fino a quando non è stato formalmente incorporato nel sito web dell’IDF nel gennaio 2020.

Storia(modificare)

Giornale clandestino di Bamahane 1941, Haganah archivio

Bamahane iniziò nel dicembre 1934 come pubblicazione clandestina del tel Aviv ufficio dell’Haganah. Il suo caporedattore, fino al 1947, fu Efraim Talmi. Scrittori notevoli, come Nathan Altermann E Lea Goldberg, ha scritto per questo. Alla fine del 1947 divenne la pubblicazione nazionale dell’Haganah. Durante quel periodo di tempo, Moshe Shamir ne divenne il redattore capo. Con la fondazione dell’IDF, Bamahane divenne il giornale dei soldati.

Tra il 2000 e il 2005, Bamahane consisteva di 2 parti: una contenente articoli di notizie relativi a questioni militari e di sicurezza, e l’altra contenente editoriali, interviste, operazioni fotograficheecc. Da gennaio 2006 a dicembre 2016 è stata una pubblicazione sotto forma di rivista di 68 pagine.

Mentre Bamahane era subordinato all’IDF Corpo dell’Istruzione e della Gioventùè insolitamente indipendente e fino al 2006 non è stato censurato dal Portavoce dell’IDF. In quanto tale, il suo contenuto è stato al centro di numerose controversie, al punto che nel maggio 2001, il capo del Corpo dell’Istruzione, generale di brigata Elazar Sternha deciso di chiudere la pubblicazione, ordine che non si è avverato.

Bamahane’La diffusione era di decine di migliaia, letta principalmente dai soldati che ricevono la rivista nelle loro basi il giovedì. Inoltre, molti civili israeliani vicini all’IDF scelgono di abbonarsi alla pubblicazione.

Bamahane’L’ultimo caporedattore di (dal 2013 al 2016) è stato Tzachi Biran. Inoltre, Bamahane impiegava circa 20 scrittori. l’editore prima di Tzachi era Yoni Shanfeld.

Controversie(modificare)

Nel maggio 2001, l’allora comandante del Corpo Educativo, Elazar Stern, ordinò la chiusura Bamahanea causa di “materiale discutibile”, compreso un articolo in prima pagina su un colonnello omosessuale.(1) A causa dell’indignazione pubblica e di un appello a Ministro della Difesa Binyamin Ben-Eliezer, Bamahane ha continuato ad esistere.

Nel settembre 2005, 3 di Quello di Bamahane gli scrittori furono licenziati per non aver seguito un divieto del Unità del portavoce dell’IDF documentare e pubblicare storie e fotografie del trasferimento delle tombe ebraiche da Che zampillo Katif in Israele vero e proprio.(2) A seguito di questo e di altri incidenti, nel gennaio 2006, il capo della Direzione del personaleOra Maggiore Generale Elazar Sternha ordinato che ogni pezzo della rivista fosse sottoposto ad un attento controllo da parte dell’unità del portavoce. Bamahane’Lo staff di lui lo ha accusato di aver tentato di trasformare la pubblicazione in un’altra Pravda.(3)

Scrittori notevoli(modificare)

Riferimenti(modificare)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto