Autorità prescrittiva per il movimento degli psicologi: cos’è

Il movimento dell’autorità prescrittiva per gli psicologi (RxP) è un movimento negli Stati Uniti d’America tra alcuni psicologi per conferire autorità prescrittiva agli psicologi con formazione pre-dottorato o post-dottorato in psicofarmacologia clinica; superamento di un esame nazionale standardizzato (esame di psicofarmacologia per psicologi – seconda edizione; PEP-2); esperienza clinica supervisionata; o un certificato del Progetto Dimostrativo di Psicofarmacologia del Dipartimento della Difesa; o un diploma dell’Albo degli Psicologi Prescrittori (FICPP o FICPPM) per abilitarli, secondo la legge statale, a prescrivere farmaci psicotropi per curaredisturbi mentali . Questo approccio è una formazione medica non tradizionale incentrata sulla formazione specialistica da prescrivere per i disturbi mentali da parte di uno psicologo. Comprende una didattica rigorosa e un’esperienza clinica supervisionata. La legislazione relativa all’autorità prescrittiva per gli psicologi è stata introdotta più di 180 volte in oltre la metà degli Stati Uniti. È passato in cinque stati, in gran parte grazie ai notevoli sforzi di lobbying dell’American Psychological Association (APA), la più grande organizzazione professionale di psicologi negli Stati Uniti con oltre 133.000 membri.Prima della legislazione RxP e negli stati americani in cui non è stata approvata, questo ruolo è stato svolto dagli psichiatri , che possiedono una laurea in medicina e quindi l’autorità per prescrivere farmaci, ma più frequentemente da fornitori di cure primarie che possono prescrivere psicotropi , ma mancano di una formazione approfondita sugli psicofarmaci e nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi psicologici. Secondo l’APA, il movimento è una reazione al crescente bisogno pubblico di servizi di salute mentale, in particolare nelle aree con risorse insufficienti in cui i pazienti hanno poco o nessun accesso agli psichiatri.

Attualmente, negli stati in cui è stata approvata la legislazione RxP, gli psicologi che cercano l’autorità prescrittiva devono possedere un titolo di dottorato ( PhD / PsyD ), una licenza per allenarsi in modo indipendente e il completamento di un Master of Science in laurea in psicofarmacologia clinica (MSCP) o equivalente. I programmi attuali che offrono la laurea MSCP sono: la California School of Professional Psychology presso la Alliant International University , la Chicago School of Professional Psychology , la Drake University Fairleigh Dickinson University , la Idaho State University e la New Mexico State University .In alcune giurisdizioni, il completamento dei programmi di formazione del Dipartimento della Difesa o la certificazione del diplomato del registro degli psicologi prescritti soddisfa anche i requisiti di legge sulla licenza. L’esperienza clinica sotto supervisione richiesta dopo aver completato l’MSCP e superato il PEP varia a seconda della giurisdizione, ma in genere richiede un numero specifico di ore di esperienza sotto supervisione e/o un numero specifico di pazienti. Alcune giurisdizioni concedono quindi licenze o certificazioni di psicologia della prescrizione condizionale, mentre altre concedono la piena autorità di prescrizione dopo che l’esperienza clinica supervisionata è stata completata con successo.I farmaci che lo psicologo possono allora prescrivere sono limitati a quelli indicati per problemi psichiatrici; ancora,

Il coinvolgimento degli psicologi nella farmacoterapia esiste su un continuum, con psicologi che servono come prescrittori, collaboratori e fornitori di informazioni nel processo decisionale medico. Attualmente, gli psicologi possono prescrivere in cinque stati: New Mexico, Louisiana, Illinois, Iowa e Idaho, nonché nel servizio sanitario pubblico, nel servizio sanitario indiano, nell’esercito americano e nel territorio statunitense di Guam. Quando gli psicologi vengono assunti come collaboratori, mancano dell’autorità per prendere la decisione finale di prescrivere; tuttavia, possono aiutare nel processo raccomandando effetti terapeutici clinicamente desiderabili, determinate classi di farmaci, farmaci specifici, dosaggi o altri aspetti del regime terapeutico.Gli psicologi forniscono anche informazioni che possono essere rilevanti per il professionista prescrittore. Gli psicologi possono esprimere disturbi circa il trattamento,

Storia

Il primo disegno di legge volto ad autorizzare i privilegi di prescrizione agli psicologi è stato introdotto alle Hawaii nel 1985 con la Risoluzione 159 dello Stato delle Hawaii. e disturbi cerebrali organici.” Da allora sono stati introdotti un totale di 88 disegni di legge prescrittivi in ​​21 giurisdizioni.

Nel 1988, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha approvato un progetto pilota per addestrare gli psicologi a rilasciare farmaci psicotropi “in determinate circostanze”. Guam è diventato il primo territorio degli Stati Uniti ad approvare la legislazione RxP nel 1999. Il New Mexico è diventato il primo stato ad approvare la legislazione RxP nel 2002 e la Louisianaseguito nel 2004. Nel 2014, l’Illinois è diventato il terzo stato ad approvare la legislazione RxP. Nel 2016, l’Iowa è diventato il quarto stato a concedere l’autorità prescrittiva, che è stata rapidamente seguita dall’Idaho nel 2017. Le norme e i regolamenti per la legge RxP dell’Illinois sono stati approvati nel 2018 e nel 2019 in Iowa. Molti altri stati hanno introdotto progetti di legge RxP che sono in discussione, ma devono ancora essere approvati. A partire dal 2022, ci sono circa 220 psicologi prescrittori attivi negli Stati Uniti, con circa 150 studenti laureati e psicologi in procinto di diventare psicologi prescrittori solo nell’Illinois. Dal 2000, una divisione dell’American Psychological Association, Divisione 55(Society for Prescribing Psychology), ha cercato di promuovere gli sforzi relativi all’autorità prescrittiva per gli psicologi in tutto il paese. In effetti, la Divisione 55 ha presentato una petizione all’APA attraverso la sua Commissione per il riconoscimento delle specialità e sottospecialità in psicologia professionale (CRSSPP) per il riconoscimento ufficiale della psicofarmacologia clinica come specialità in psicologia. Nella riunione dell’agosto 2020, il Consiglio dei rappresentanti dell’APA ha approvato definitivamente questa petizione, aggiungendo la psicofarmacologia clinica ad altre 17 come specialità psicologica riconosciuta dall’APA . La Divisione 55 è ora in procinto di diventare un membro del Council of Specialties (CoS) in Professional Psychology,Council of Chairs of Training Councils (CCTC) e la creazione di un consiglio di certificazione in psicofarmacologia clinica attraverso l’ American Board of Professional Psychology (ABPP).

Lo Stato del New Mexico è stato il primo ad emanare una legge sulla prescrizione degli psicologi , che è ancora in vigore. legislatura della Louisianastabilì la psicologia medica come professione sanitaria separata e distinta e trasferì la regolamentazione della loro pratica di psicologia medica al Louisiana State Board of Medical Examiners. A quel tempo, anche l’intera pratica della psicologia (per gli psicologi medici), compresa la psicoterapia e i test psicologici, fu trasferita al Louisiana Board of Medical Examiners, rendendo di fatto la Louisiana l’unico stato degli Stati Uniti dove, per alcuni psicologi, un consiglio medico ha autorità sulla regolamentazione dell’intera pratica della psicologia. Per questo motivo, diverse organizzazioni nazionali, tra cui l’American Psychological Association e l’ Association of State and Provincial Psychology Boardshanno espresso preoccupazione per la pratica della psicologia regolamentata da un’altra professione (ad esempio, la medicina). La Louisiana Psychological Association ha fortemente fatto eco a tali preoccupazioni. Tuttavia, la Louisiana Academy of Medical Psychologists (LAMP), un comitato di azione politica che rappresenta gli psicologi medici nello stato, ha fortemente approvato questo cambiamento di regolamentazione da parte di un’altra professione.

Attualmente, i diritti di prescrizione per gli psicologi sono in fase di negoziazione in Sud Africa, Canada, Regno Unito e Australia.

Linee guida dell’APA

Nel dicembre 2011, l’ American Psychological Association (APA) ha pubblicato un elenco di linee guida pratiche che si applicano a tutte le attività di prescrizione, con alcune applicabili anche alle attività di collaborazione e di fornitura di informazioni. L’elenco è suddiviso in categorie in base all’area di coinvolgimento degli psicologi nelle questioni farmacologiche (generale, educazione, valutazione, intervento e consultazione). Il seguente elenco riassume le linee guida per sezione. … Le nuove linee guida per l’istruzione e la formazione per la prescrizione di psicologi sono state pubblicate nel 2019. https://psycnet.apa.org/record/2020-81524-001 . Queste linee guida pratiche sono in fase di revisione e aggiornamento a partire dal 2022.

*Generale

  • Le linee guida da 1 a 3 incoraggiano gli psicologi ad agire nell’ambito della loro pratica per quanto riguarda la prescrizione di farmaci psicotropi, che include la richiesta di consultazione prima di raccomandare determinati farmaci; sottolineare che gli psicologi valutano i propri punti di vista e opinioni in merito alla prescrizione di farmaci alla luce di come ciò possa influenzare la comunicazione con i pazienti; e si aspettano che gli psicologi coinvolti nella prescrizione o nella collaborazione di farmaci diffidano dei fattori di sviluppo, età, istruzione, sesso, genere, lingua, stato di salute e cultura coinvolti nelle popolazioni che uno psicologo può servire, per quanto riguarda la farmacoterapia.

*Formazione scolastica

  • Le linee guida da 4 a 6 richiedono che gli psicologi raggiungano un livello di istruzione specifico per la farmacoterapia al fine di servire i loro clienti; aspettarsi che gli psicologi diffidano dei potenziali effetti collaterali negativi dei farmaci psicotropi; e chiedere che gli psicologi che prescrivono o collaborano per quanto riguarda la prescrizione di farmaci siano a conoscenza delle utili risorse tecnologiche disponibili.

*Valutazione

  • Le linee guida da 7 a 9 richiedono che gli psicologi familiarizzino con le procedure per monitorare gli effetti fisiologici e psicologici dei farmaci; aspettarsi che gli psicologi che prescrivono farmaci prendano in considerazione altri disturbi fisiologici o malattie sottostanti che il paziente potrebbe avere che potrebbero influenzare l’efficacia dei farmaci; e incoraggiare gli psicologi a considerare le questioni relative all’aderenza del paziente e le preoccupazioni sui farmaci.

*Intervento e consultazione

  • Le linee guida da 10 a 15 richiedono che gli psicologi utilizzino un approccio biopsicosociale quando prescrivono farmaci e che utilizzino anche procedure di consenso informato, agiscano nel migliore interesse del paziente e considerino la ricerca attuale; sottolineare che gli psicologi diffidano delle influenze commerciali riguardanti i farmaci; e incoraggiare gli psicologi a considerare i comportamenti interpersonali del paziente.

*Relazioni

  • Le linee guida 16 e 17 prevedono che gli psicologi mantengano relazioni appropriate con altri fornitori di servizi psicologici e interventi biologici.

Argomenti a sostegno

Ci sono diversi argomenti fondamentali avanzati dai sostenitori di RxP, inclusi i seguenti:

  • Altri non medici hanno privilegi di prescrizione, come farmacisti , optometristi , infermieri e assistenti medici . Alcuni sostenitori hanno affermato che le ultime tre professioni ricevono meno formazione in farmacologia clinica, terapeutica e psicofarmacologia rispetto a molti psicologi clinici.
  • Le statistiche indicano molteplici aree di contenuto in cui altre professioni, come gli infermieri psichiatrici o gli assistenti medici, sono relativamente carenti rispetto alla preparazione degli psicologi con formazione farmacologica.
  • Il modello formativo è supportato da una completa mancanza di reclami legali dopo otto anni per quanto riguarda la pratica dei primi dieci psicologi formati dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti . I reclami legali differiscono dalle azioni legali, poiché il personale militare non può fare causa per ottenere un risarcimento.
  • L’accesso ai farmaci sarebbe migliorato nelle giurisdizioni con lunghi tempi di attesa per vedere uno psichiatra o un altro medico qualificato.
  • L’autorità prescrittiva sarebbe accresciuta dalla formazione dottorale dello psicologo in scienze della psicologia, della valutazione e della psicoterapia. Questa formazione è più ampia di quella ricevuta dal medico medio. Inoltre, il programma di formazione per psicologi fornirebbe il doppio della formazione in farmacologia rispetto a quella ricevuta da infermieri e assistenti medici.
  • Affronterebbe il fatto che molti non hanno accesso agli psichiatri (specialmente nelle zone rurali).
  • Creerebbe una distinzione più chiara in psicologia tra dottorandi e praticanti di livello master e tra praticanti di dottorato e post-dottorato.
  • Nelle circostanze in cui lo psicologo ha deciso di non collaborare con i colleghi medici, potrebbe consentire allo psicologo il controllo dell’intero processo di cura. In alcuni casi, ciò potrebbe ridurre o eliminare le complicazioni derivanti dalla collaborazione interprofessionale e potenzialmente far risparmiare denaro ai pazienti.
  • Gli psicologi con autorità prescrittiva aggiungerebbero competenza al sistema generale di salute mentale aggiungendo una risorsa per i medici generici che necessitano di consulenza professionale in merito a disturbi psicologici e farmaci psicotropi quando uno psichiatra non è disponibile.
  • La formazione psicofarmacologica consente agli psicologi di fornire una migliore difesa ai loro clienti.

Secondo un sondaggio che valuta le opinioni di stagisti di psicologia, residenti e psicologi pubblicato sulla rivista Professional Psychology: Research and Practice , esiste un supporto significativo per quanto riguarda l’iniziativa dell’autorità prescrittiva dell’APA. I fautori dell’iniziativa dell’autorità prescrittiva ritengono che migliorerebbe la stabilità economica della professione, fornirebbe migliori opportunità alle popolazioni svantaggiate e migliorerebbe le capacità cliniche degli psicologi attraverso una migliore comprensione delle interazioni biopsicosociali. Anche il supporto per l’iniziativa dell’autorità prescrittiva appare più alto tra quelli con PsyDe psicologi all’inizio della carriera (entro 10 anni dal conseguimento del dottorato) rispetto a quelli con dottorato di ricerca e psicologi a metà e fine carriera. Dal punto di vista demografico, le donne e i caucasici hanno espresso maggiore disponibilità a cercare privilegi di prescrizione. Inoltre, coloro che hanno frequentato un corso di laurea in clinica o consulenza, hanno conseguito un dottorato di ricerca e coloro che sono impiegati in un centro di consulenza universitaria , in un ospedale di una scuola medica o in uno studio indipendente tendono a dimostrare livelli più elevati di sostegno all’iniziativa. In termini di formazione, la stragrande maggioranza degli intervistati ritiene che la formazione dovrebbe iniziare a livello di laurea, ma prima del completamento di un dottorato. Di conseguenza, nel febbraio 2019, il Consiglio dei rappresentanti dell’APA ha votato in modo schiacciante per approvare le modifiche alla politica dell’APAche consente di iniziare la formazione in psicofarmacologia a livello di laurea; in precedenza, la politica APA consentiva che questa formazione si svolgesse solo a livello post-dottorato. In Illinois, una delle giurisdizioni in cui la RxP è legge, esistono già programmi di psicofarmacologia che offrono questa istruzione e formazione a livello predottorato. Inoltre, gli intervistati preferiscono che la formazione avvenga part-time, venga completata entro due o due anni e mezzo e abbia un costo compreso tra $ 12.000 e $ 18.000.

Oggi esistono prove che indicano un livello continuo e crescente di sostegno all’iniziativa dell’autorità prescrittiva dell’American Psychological Association. Tale supporto riflette la volontà degli psicologi di aprire le loro menti all’apprendimento dei farmaci psicotropi, incorporando il trattamento farmacologico con la terapia e adattandosi alle esigenze di un mondo sanitario in rapida evoluzione.

Opposizione

L’autorità prescrittiva per gli psicologi è stata controversa, anche all’interno della comunità sanitaria, che ha creato intere organizzazioni dedicate a opporsi all’autorità prescrittiva per gli psicologi clinici. In particolare, i critici all’interno della professione medica hanno espresso la preoccupazione di non avere una formazione medica. L’attuale modello RxP afferma esplicitamente che questo movimento non include alcuna formazione medica, ma ciò può essere ottenuto con un master in psicofarmacologia , tipicamente da un programma di formazione post-dottorato presso una scuola professionale. Alcuni oppositori affermano che ciò culminerebbe in un numero sostanzialmente inferiore di anni e ore rispetto agli assistenti medici e agli infermieri, a cui viene concessa piena autorità prescrittiva, e possono scegliere di specializzarsi in psichiatria, a differenza della maggior parte degli psicologi. Tuttavia, i proponenti hanno confutato questa affermazione descrivendo la loro sequenza di formazione (p. es., 4 anni di laurea, 5 anni di dottorato, 1 anno di tirocinio, 1 anno di residenza/borsa di studio, 2 anni di master in psicofarmacologia, psicofarmacologia nazionale esame, esperienza clinica supervisionata). Inoltre, un sondaggio che ha confrontato la formazione degli psicologi prescrittori con quella degli infermieri e degli assistenti medici ha dimostrato che quando vengono presentati fianco a fianco programmi di formazione non etichettati, gli psicologi prescrittori la formazione è percepita come complessivamente più rigorosa di quella degli infermieri psichiatrici o degli assistenti medici nella loro capacità di prescrivere farmaci psichiatrici. Questa percezione è risultata vera per medici, fornitori di medio livello, psicologi, terapisti che non prescrivono e membri del pubblico in generale.

Psicologi che hanno svolto ricerche approfondite sugli effetti della psicofarmacologia


https://en.wikipedia.org/wiki/Prescriptive_authority_for_psychologists_movement

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *