Arterie intestinali – Wikipedia


IL arterie intestinali derivano dal lato convesso del arteria mesenterica superiore. Di solito sono in numero da dodici a quindici e vengono distribuiti ai digiuno E ileo.

Nomenclatura(modificare)

Il termine “arterie intestinali” può creare confusione, perché queste arterie servono solo una piccola parte del intestini.

Per chiarezza, alcune fonti preferiscono invece utilizzare termini più specifici arterie ileali E arterie digiunali.(citazione necessaria)

Corrono quasi paralleli tra loro tra gli strati del mesentereogni vaso si divide in due rami, che si uniscono ai rami adiacenti, formando una serie di archi (arcate arteriose), le cui convessità sono dirette verso l’intestino.

Da questa prima serie di archi nascono dei rami, che si uniscono con rami simili dall’alto e dal basso e così si forma una seconda serie di archi; dai rami inferiori dell’arteria si possono formare una terza, una quarta o anche una quinta serie di archi, che diminuiscono di grandezza quanto più si avvicinano all’intestino.

Nella parte corta e superiore del mesentere esiste solo una serie di archi, ma man mano che la profondità del mesentere aumenta, si sviluppano il secondo, il terzo, il quarto o anche il quinto gruppo.

Le differenze tra le arterie ileali e le arterie digiunali possono essere riassunte come segue:(1)

Tipo Aspetto Numero di portici Strato di grasso
arterie digiunali uno (o pochi) magro
arterie ileali molti spesso

Dagli archi terminali numerosi piccoli vasi rettilinei (vaso retto) sorgono che circondano l’intestino, sul quale si distribuiscono, ramificandosi tra i suoi rivestimenti.

Dalle arterie intestinali si diramano piccoli rami ghiandole linfatiche e altre strutture tra gli strati del mesentere.

Immagini aggiuntive(modificare)

Riferimenti(modificare)

Dominio pubblico Questo articolo incorpora il testo in dominio pubblico da pagina 607 della 20a edizione del anatomia di Gray (1918)

link esterno(modificare)




Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto