Argumentum ad lazarum: cos’è, errore informale di pensare

Argumentum ad lazarum o appello alla povertà è l’errore informale di pensare che una conclusione sia corretta solo perché chi parla è povero, o non è corretta perché chi parla è ricco. Prende il nome daLazarus, un mendicante in unaparaboladel Nuovo Testamento che riceve la sua ricompensa nell’aldilà.

Questo è probabilmente riassunto come l’affermazione: “Poveri, ma onesti”.

L’opposto è l’ argomentum ad crumenam .

Alcune prove sperimentali supportano l’appello alla povertà. Uno studio del 2017 di Igor Grossmann e Justin Brienza dell’Università di Waterloo in Canada ha rilevato che quando la “saggezza” è definita come la capacità di considerare prospettive opposte e trovare un compromesso che disinneschi una disputa interpersonale, le persone povere e della classe operaia sono più propense a mostrare una tale capacità rispetto a quelli delle classi socioeconomiche più elevate. Come per tutti gli errori, però, la tendenza non è assoluta.

Indice dei contenuti

Esempi

  • “Le aziende agricole a conduzione familiare stanno lottando per cavarsela, quindi quando dicono che dobbiamo proteggerle, devono aver capito qualcosa”.
  • “I senzatetto ci dicono che è difficile trovare un alloggio. Così deve essere”.
  • “I monaci hanno rinunciato a tutti i beni materiali. Devono aver raggiunto l’illuminazione.”
  • “Tutto quello che devi sapere sulla guerra civile in quel paese è che i ribelli vivono in capanne di fango, mentre il generale che invia truppe contro di loro siede in un lussuoso ufficio con aria condizionata”.

https://en.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_lazarum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *