Aneurisma micotico: cos’è, aneurisma derivante da un’infezione batterica

Un aneurisma infetto è un aneurisma derivante da un’infezione batterica della parete arteriosa. Può essere una complicanza comune della diffusione ematogena dell’infezione batterica.

William Osler usò per la prima volta il termine “aneurisma micotico” nel 1885 per descrivere un aneurisma a forma di fungo in un paziente conendocardite batterica subacuta . Questo può creare una notevole confusione, dal momento che “micotico” è stato usato per definire le infezioni fungine. Tuttavia, l’aneurisma micotico è ancora utilizzato per tutti gli aneurismi extracardiaci o intracardiaci causati da infezioni, ad eccezione dell’aortite sifilitica.

Il termine “aneurisma infetto” proposto da Jarrett e collaboratori è più appropriato, dal momento che poche infezioni coinvolgono funghi Secondo alcuni autori, un termine più accurato avrebbe potuto essere infezione endovascolare o vasculite infettiva, poiché gli aneurismi micotici non sono dovuti a un organismo fungino.

Gli aneurismi micotici rappresentano il 2,6% degli aneurismi aortici. Per il clinico, la diagnosi precoce è la pietra angolare di un trattamento efficace. Senza una gestione medica o chirurgica, possono verificarsi emorragie catastrofiche o sepsi incontrollata. Tuttavia, la sintomatologia è spesso aspecifica durante le prime fasi, quindi è necessario un alto indice di sospetto per formulare la diagnosi.

Gli aneurismi micotici intracranici (ICMA) complicano circa il 2-3% dei casi di endocardite infettiva (IE), sebbene dal 15% al ​​29% dei pazienti con EI presentino sintomi neurologici.

L’aneurisma micotico dell’aorta addominale (MAAA) è una condizione rara e pericolosa per la vita. A causa della sua rarità, mancano studi adeguatamente potenziati e consensi sul suo trattamento e follow-up. Un protocollo di gestione sulla gestione dell’aneurisma dell’aorta addominale micotico è stato recentemente pubblicato negli Annals of Vascular Surgery da Premnath et al.


https://en.wikipedia.org/wiki/Mycotic_aneurysm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *