Anestesia neurochirurgica – Wikipedia

Anestesiologia neurochirurgica,[1] neuroanestesiologiao anestesiologia neurologica[2] è un sottospecialità di anestesiologia dedicato al totale cure perioperatorie dei pazienti prima, durante e dopo interventi neurologicicompresi gli interventi chirurgici del centrale (SNC) e sistemi nervosi periferici (SNP). Il campo ha subito un ampio sviluppo dagli anni ’60 in correlazione con la capacità di misurare la pressione intracranica (ICP), il flusso sanguigno cerebrale (CBF) e il tasso metabolico cerebrale (CMR).[3][page needed][4]

Storia[edit]

Nel 1961 fu creato un gruppo di lavoro, la Commission on Neuroanesthesia, sponsorizzato dalla World Federation of Neurology.[4] Il primo libro di testo sulla neuroanestesiologia è stato pubblicato nel 1964 da Andrew R. Hunter da Manchester, Regno Unitoche ha promosso la fondazione del campo.[5][4] Nel 1965, Hunter e il dottor Allan Brown di Edinborough fondarono il Neuroanesthesia Traveling Club di Gran Bretagna e Irlanda. La prima organizzazione americana di neuroanestesiologia si riunì il 15 giugno 1973 a Filadelfia, in Pennsylvania, e fu chiamata Neurosurgical Anesthesia Society (NAS). Era composto da 36 anestesisti, tra cui Maurice Albin, e 4 neurochirurghi, tra cui Thomas W. Langfitt. Nell’ottobre 1973 è stata ribattezzata Società di Anestesia Neurochirurgica e Terapia di Supporto Neurologica (SNANSC) e infine Società di Anestesia Neurochirurgica e Terapia Critica (SNACC) nel 1986.

Pratica[edit]

Gli anestesisti neurochirurgici sono specializzati nella cura di pazienti con diverse condizioni inclusi ma non limitati a aneurismi, malformazioni artero-venosetumori intracranici, lesioni alla testa, procedure stereotassiche, procedure neuroradiologiche, neurochirurgia pediatrica e chirurgia della colonna vertebrale.[citation needed]

Chirurgia pediatrica di stimolazione cerebrale profonda

Oltre alla gestione anestesiologica standard dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico, le procedure neurochirurgiche richiedono che l’anestesista disponga di una solida base di conoscenze di neuroanatomia, neurofisiologia e comprenda tecniche di monitoraggio avanzate, incluso il neuromonitoraggio del cervello e del midollo spinale. È impossibile “monitorare” di routine gli effetti dei farmaci su CBF (flusso sanguigno cerebrale), CMR o ICP (pressione intracranica) poiché non esiste un equivalente neuroanestetico del catetere arterioso polmonare o dell’ecocardiografo transesofageo che consenta un’ampia gamma degli effetti fisiologici e farmacologici cerebrali da seguire facilmente.[6][page needed]

Chirurgia di resezione del tumore dalla fossa posteriore

Addestramento[edit]

Dopo un soddisfacente completamento del Consiglio di accreditamento per la formazione medica laureata Il programma di residenza accreditato (ACGME) in anestesiologia, la formazione avanzata formale in anestesia neurochirurgica è disponibile come 1 o 2 anni compagnia integrando ricerca, insegnamento ed esperienza clinica. Sebbene le borse di studio differiscano leggermente nelle varie istituzioni, generalmente coinvolgono il borsista nella partecipazione a 12-24 mesi di ricerca (sia clinica che in scienze di base), nella partecipazione a casi avanzati nelle sale operatorie neurochirurgiche e nelle suite di radiologia interventistica e nello sviluppo di esperienza nella performance e nell’interpretazione di neuromonitoraggio. I borsisti di anestesia neurochirurgica possono anche ruotare in unità di terapia intensiva neurochirurgica e acquisire esperienza con doppler transcranico, interpretazione di EEG di base e interpretazione di Licox/Microdialisi. Alcune istituzioni consentono anche al borsista di partecipare agli sforzi di istruzione e insegnamento per i dipartimenti di neurochirurgia nei paesi in via di sviluppo.[7][8][9][10][11][12]

Nel 2021, l’Association of University Anesthesiologists (AUA) ha annunciato lo sviluppo di un nuovo curriculum internazionale per la formazione standardizzata di borse di neuroanestesiologia sviluppata in collaborazione con SNACC e accreditata dall’International Council on Perioperative Neuroscience Training (ICPNT).[13][14]

Polemica sull’accreditamento della borsa di studio[edit]

Nonostante abbia più di 60 anni di storia, non ci sono accreditati ACGME o Consiglio americano di specialità mediche Borse di neuroanestesiologia accreditate (ABMS), a partire dal 2021.[15] C’è stato un ampio dibattito nelle società mediche e nella letteratura sottoposta a revisione paritaria sulla necessità del formale sottospecialità formazione per anestesisti che si occupano di casi neurochirurgici.[16][17]

Medici notevoli[edit]

Riferimenti[edit]

  1. ^ “Aggiornato”. www.uptodate.com. Recuperato 03-05-2022.
  2. ^ Freund, Felix G. (02/08/1965). “Anestesia Neurologica”. GIAMA. 193 (5): 407–407. doi:10.1001/jama.1965.03090050083047. ISSN 0098-7484.
  3. ^ Longnecker DE, Brown DL, Newman MF, Zapol WM, eds. (2008). Anestesiologia. McGraw-Hill.
  4. ^ un b c d e f Albin, Maurice S. (ottobre 1997). “CELEBRATING SILVER: The Genesis of a Neuroanesthesiology Society NAS → SNANSC → SNACC”. Giornale di anestesiologia neurochirurgica. 9 (4): 296–307. ISSN 0898-4921.
  5. ^ “Storia di SNACC”. Recuperato 03-05-2022.
  6. ^ Todd MM, Warner DS, Maktabi MA, Vagnerova K (2008). “Neuroanestesia”. Anestesiologia. New York: McGraw-Hill. pp. 1081–1139.
  7. ^ “Anestesia neurochirurgica”. Dipartimento di Anestesiologia, Medicina Perioperatoria e del Dolore (in samoano). Recuperato 2022-03-27.
  8. ^ “Borsa di Anestesiologia Neurochirurgica”. www.feinberg.northwestern.edu. Recuperato 2022-03-27.
  9. ^ Keith C. “Borsa di Anestesiologia Neurochirurgica”. Duca Anestesiologia. Recuperato 2022-03-27.
  10. ^ “Anestesia per neurochirurgia, neuroradiologia e terapia neuro-critica | The Royal College of Anesthetists”. rcoa.ac.uk. Recuperato 2022-03-27.
  11. ^ Mashour GA, Avitsian R, Lauer KK, Soriano SG, Sharma D, Koht A, Crosby G (gennaio 2013). “Formazione borsa di neuroanesthesiology: linee guida curriculari della Society for Neuroscience in Anesthesiology and Critical Care”. Giornale di anestesiologia neurochirurgica. 25 (1): 1–7. doi:10.1097/ANA.0b013e3182785d5d. PMID 23171854.
  12. ^ Rajan S, Bustillo M, Lee C, Kofke WA (01/12/2021). “Standardizzazione dell’educazione alla neuroanestesia: la necessità dell’ora e la via da seguire”. Rapporti di anestesiologia attuali. 11 (4): 467–476. doi:10.1007/s40140-021-00477-a. PMC 8546382. PMID 34720755.
  13. ^ “Programmi accreditati ICPNT – ICPNT”. icpnt.org. 2022-03-02. Recuperato 03-05-2022.
  14. ^ “Nuovo processo di accreditamento per borse di neuroanestesiologia”. Associazione Anestesisti Universitari. Recuperato 03-05-2022.
  15. ^ “Domande frequenti: Comitato di revisione dell’anestesiologia per l’anestesia ACGME” (PDF). acgme.org. aprile 2021. Recuperato 3 maggio 2022.
  16. ^ Ma, Alfred C; Siddiqi, Javed; Ninan, David. “Valore della formazione in borsa di neuroanestesiologia”. Cureo. 12 (10): e10943. doi:10.7759/cureus.10943. ISSN 2168-8184. PMC 7661010. PMID 33200057.
  17. ^ un b Ghaly, Ramsis F. (23/05/2014). “I neurochirurghi hanno bisogno di neuroanestesisti? Ogni caso neurochirurgico dovrebbe essere fatto da un neuroanestesista?”. Neurologia chirurgica internazionale. 5: 76. doi:10.4103/2152-7806.133106. ISSN 2229-5097. PMC 4061581. PMID 24949219.



Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: