Andrea Carboni – Wikipedia

[ad_1]

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Andrea Carboni (Sorgono, 4 febbraio 2001) è un calciatore italiano, difensore del Cagliari e della nazionale Under-21 italiana.

È nato a Sorgono, in provincia di Nuoro, ma è originario di Tonara, paese nel quale è cresciuto e ha iniziato a giocare a calcio, in modo molto simile al collega Marco Sau.[2] È inoltre cintura nera di Jiu jitsu, arte che l’ha aiutato nei contrasti difensivi e ad imparare il rispetto per gli avversari.[3][4]

Ha dichiarato di ispirarsi a Davide Astori, conosciuto poco prima della scomparsa.[3] Ammira anche Radja Nainggolan, Diego Godín e Virgil van Dijk: dei primi due è poi diventato compagno di squadra a Cagliari.[2][3]

Difensore centrale, mancino, è capace di giocare al centro e nella corsia di sinistra.[5][6] È considerato bravo nell’impostazione del gioco, e nel creare difficoltà agli attaccanti avversari.[3] Si distingue anche per la forza fisica e la bravura nel gioco aereo.[7]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver cominciato a giocare nella squadra del suo paese, a soli 10 anni entra a far parte delle giovanili del Cagliari dopo essere stato scoperto dall’osservatore Gianfranco Matteoli.[2][7] Dopo aver trascorso i primi anni nel distaccamento di Palmas Arborea (dove la società rossoblù segue i giovani provenienti dal Nord della Sardegna), si trasferisce nelle formazioni dei campionati nazionali al Centro Sportivo Asseminello, venendo guidato prima da David Suazo (nell’Under 15) e poi da Max Canzi (fino alla Primavera).[8]

Il 2 gennaio 2020, firma il suo primo contratto da professionista, legandosi alla società fino al 2022.[9] In seguito a prestazioni convincenti nel Campionato Primavera, a fine maggio 2020 Carboni e altri sette membri della rosa vengono premiati con l’aggregazione alla prima squadra, allenata da Walter Zenga, in vista della ripresa del campionato di Serie A dopo la sospensione d’emergenza legata alla pandemia di COVID-19.[10] Il 22 giugno dello stesso anno, ha quindi esordito nella massima serie nazionale, subentrando negli ultimi minuti della partita in trasferta contro la SPAL,[11] mentre cinque giorni dopo ha giocato la sua prima partita da titolare,[12] in casa contro il Torino, vinta per 4-2.[4][13] Nonostante il difficile adattamento al ritmo professionistico,[2] che gli costa anche ben due espulsioni a poche settimane di distanza l’una dall’altra (contro Atalanta e Sassuolo),[14][15] Carboni colleziona in tutto sette presenze in Serie A.

Nella stagione 2020-2021 è inserito in pianta stabile nella rosa della prima squadra. Nella prima parte di campionato, con Eusebio Di Francesco scende in campo sei volte, più altre due in Coppa Italia, ma rimane comunque chiuso da compagni di reparto più esperti come Luca Ceppitelli, Ragnar Klavan e Diego Godín. Fallito un passaggio in prestito nel mercato di gennaio, ritorna momentaneamente nella Primavera allenata da Alessandro Agostini.[16] In seguito all’arrivo di Leonardo Semplici sulla panchina dei sardi, recupera progressivamente il posto in squadra, chiudendo la stagione con un totale di 15 presenze in campionato.[6] Nell’aprile del 2021, in seguito ai continui progressi fatti nel corso dell’anno, rinnova il proprio contratto con il Cagliari fino al 2025.[17]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Convocato nella nazionale Under-19 da Alberto Bollini, il 13 ottobre 2019 ha esordito con gli Azzurrini, subentrando al 77º minuto di gioco della partita persa 4-0 contro i pari età del Portogallo.[18]

Nell’agosto del 2021, Carboni viene convocato per la prima volta nella nazionale Under-21, guidata da Paolo Nicolato.[19] Debutta il 3 settembre 2021, giocando da titolare nella partita contro i pari età del Lussemburgo, valida per le qualificazioni all’Europeo di categoria del 2023 e vinta per 3 a 0 dagli Azzurrini.[20]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 agosto 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2019-2020 Italia Cagliari A 7 0 CI 0 0 7 0
2020-2021 A 15 0 CI 2 0 17 0
2021-2022 A 11 0 CI 1 0 12 0
Totale carriera 33 0 3 0 36 0

Cronologia presenze in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Carboni, su transfermarkt.it, Transfermarkt. URL consultato l’11 agosto 2020 (archiviato il 13 marzo 2020).
  2. ^ a b c d Sardegna Uno (a cura di), MILLENNIALS SUL 19 – 13ª puntata – 01 11 2020, su YouTube, 1º novembre 2020.
  3. ^ a b c d Alla scoperta dei primavera: Andrea Carboni, su cagliarinews24.com, 19 marzo 2020. URL consultato il 27 giugno 2020 (archiviato il 29 giugno 2020).
  4. ^ a b Roberto Pinna, Ju-jitsu, umiltà e i ravioli di nonna: ecco Carboni, il baby che esalta il Cagliari. E pure Nainggolan, su gazzetta.it, 28 giugno 2020. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 19 luglio 2020).
  5. ^ Andrea Carboni, il nuovo oro di Cagliari: prima da titolare in Serie A per il classe 2001, su tuttomercatoweb.com, 27 giugno 2020. URL consultato il 27 giugno 2020 (archiviato il 29 giugno 2020).
  6. ^ a b Qui Peio, Carboni: “Credo nel progetto. Grato a tutti i miei allenatori”, su Calcio Casteddu, 17 luglio 2021. URL consultato il 17 agosto 2021.
  7. ^ a b Ecco chi è Carboni, il baby d’oro del Cagliari, su gazzetta.it, 28 giugno 2020. URL consultato il 16 luglio 2020 (archiviato il 19 luglio 2020).
  8. ^ Nino Caracciolo, Voleva smettere, ora “insegue” Sau: dal tatami alla Serie A, chi è Carboni, su gianlucadimarzio.com, 24 giugno 2020. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 17 luglio 2020).
  9. ^ Primavera, in tre firmano col Cagliari, su cagliaricalcio.com, 2 gennaio 2020. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 4 luglio 2020).
  10. ^ Cagliari, Zenga chiama otto primavera, su footballscouting, 14 maggio 2020. URL consultato il 10 agosto 2020 (archiviato il 19 gennaio 2021).
  11. ^ Carboni, l’inizio di un sogno. Esordio in Serie A per il centrale della Primavera, su calciocasteddu.it, 23 giugno 2020. URL consultato il 27 giugno 2020 (archiviato il 27 giugno 2020).
  12. ^ Cagliari-Torino, le formazioni ufficiali Zenga lancia il 2001 Carboni, su tuttomercatoweb.com, 27 giugno 2020. URL consultato il 27 giugno 2020 (archiviato il 30 giugno 2020).
  13. ^ Cagliari-Torino 4-2: il tabellino, su Toro.it, 27 giugno 2020. URL consultato il 14 agosto 2020 (archiviato il 29 giugno 2020).
  14. ^ Cagliari-Atalanta 0-1: rigore di Muriel, Gasp a -1 dall’Inter, su gazzetta.it. URL consultato il 16 luglio 2020 (archiviato il 16 luglio 2020).
  15. ^ Cagliari-Sassuolo 1-1, gol di Caputo e Joao Pedro, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 17 agosto 2021.
  16. ^ Roberto Pinna, Carboni un passo indietro, dalla Serie A alla Primavera, in La Gazzetta dello Sport – Edizione di Cagliari, 19 marzo 2021, p. 24.
  17. ^ Carboni sino al 2025, su www.cagliaricalcio.com, 14 aprile 2021. URL consultato il 15 aprile 2021 (archiviato il 15 aprile 2021).
  18. ^ Italia U-19, esordio per Carboni, su cagliarinews24.com, 15 ottobre 2019. URL consultato il 27 giugno 2020 (archiviato il 27 giugno 2020).
  19. ^ Gli Azzurrini pronti per una nuova avventura. Nicolato: “È un gruppo molto giovane, spero ci sia continuità”, su Federazione Italiana Giuoco Calcio, 30 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  20. ^ Esordio con vittoria per la nuova Italia. Nicolato: “Ho visto un grande impegno, ma dobbiamo lavorare”, su Federazione Italiana Giuoco Calcio, 3 settembre 2021. URL consultato il 4 settembre 2021.


[ad_2]
Source link

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: