Ab ovo: cos’è, riferimento a una delle uova gemelle

Ab ovo è latino per “dall’inizio, l’origine, l’uovo“. Il termine è un riferimento a una delle uova gemelle da cuinacque Elena di Troia. Le uova furono deposte daLedadopo cheZeus, travestito da cigno, la sedusse e si accoppiò o la violentò, secondo diverse versioni. SeLedanon avesse deposto l’uovo,Elenanon sarebbe nata, quindiPariginon sarebbe potuta fuggire con lei, quindi non ci sarebbe statala guerra di Troia.

Leda e il cigno , un dipinto raffigurante la nascita non convenzionale di Elena, di Cesare da Sesto (1506-1510 circa, Wilton ) dopo un dipinto perduto di Leonardo da Vinci . Elena e Clitennestra vengono mostrate mentre emergono da un uovo; Castore e Polluce da un altro.

Indice dei contenuti

In letteratura

L’ uso letterario inglese della frase deriva dall’Ars Poetica di Orazio , dove descrive il suo poeta epico ideale come colui che “non inizia la guerra di Troia dal doppio uovo” ( nec gemino bellum Troianum orditur ab ouo ), l’inizio assoluto degli eventi, il primo punto cronologico possibile, ma trascina l’ascoltatore nel mezzo delle cose ( in medias res ). Questo consiglio è notoriamente rifiutato nel romanzo di Laurence Sterne The Life and Opinions of Tristram Shandy, Gentleman .

Questo uso è distinto dalla frase più lunga ab ovo usque ad mala (lett. “Dall’uovo alle mele”) che appare nella Satira di Orazio 1.3. Si riferisce al corso di un pasto romano, che spesso iniziava con le uova e terminava con la frutta, ed è simile alla frase inglese americana “ zuppa di noci “. Quindi ab ovo può anche essere usato per indicare una cosa completa o intera.


https://en.wikipedia.org/wiki/Ab_ovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *